Opinioni

La consigliera che prende a calci il consigliere al Municipio XII

Il consigliere di Fratelli d’Italia in Municipio XII Marco Giudici ha scritto su Facebook di aver ricevuto un calcio sulla tibia da una consigliera del MoVimento 5 Stelle che ha minacciato anche di prenderlo a schiaffi:
marco giudici

Caro diario, oggi una consigliera del M5S in municipio XII mi ha dato un calcio forte colpendomi tibia e piatto del piede e mi ha procurato tanto dolore. Non paga del gesto ha anche minacciato di prendermi a schiaffi.
Perché? Solo perché insisto nel dirle che è inadeguata a fare la consigliera e dovrebbe dimettersi per il bene dei cittadini.
Caro diario, costa così tanto essere sinceri?

La consigliera sarebbe Antonella D’Angeli del MoVimento 5 Stelle. Il Municipio XII ha registrato finora qualche turbolenza sin dall’inizio della consiliatura, compreso qualche atto di bullismo virtuale nei confronti della consigliera Francesca Grosseto quando quest’ultima è passata dal M5S a FdI. Di recente anche un’altra consigliera M5S si è dimessa dall’incarico dopo la vicenda del conflitto d’interessi non dichiarato dal presidente dell’Aula Di Camillo.
marco giudici fdi
Giudici, raggiunto al telefono, racconta com’è andata: «Io dico sempre la verità. Ritengo che la consigliera D’Angeli sia una brava persona ma che sia inadeguata a fare la consigliera e oggi gliel’ho detto alla fine di una commissione mentre discutevamo in corridoio. A quel punto lei ha preso il telefono e ha cominciato a registrare quello che avevo da dirle. Un minuto dopo, incrociandomi in corridoio, mi ha dato un bel calcio colpendo la tibia e il piatto del piede, non plateale ma mi ha fato comunque urlare. Poi, dopo il fallaccio, è tornata indietro e ha detto che mi avrebbe preso a schiaffi. A me dispiace ma ho detto solo quello che pensavo”. Dopo il fallo, sicuramente da ammonizione per quanto racconta Giudici, non c’è stata nessuna reazione anche se il consigliere ribadisce che a suo parere la consigliera dovrebbe dimettersi. Giudici non sembra avere nemmeno l’intenzione di andare all’ospedale per ottenere un referto, anche perché – dice – ha fatto arti marziali e di botte ne ha prese di peggiori. Rimane, a quanto sembra, il fallaccio non visto dall’arbitro. Interverrà il giudice sportivo in settimana con la prova tv?