Opinioni

Marco Bella (M5S) e quella strigliata a Beppe Grillo sul metodo Di Bella

Marco Bella, ricercatore in chimica organica, è candidato alla Camera a Pomezia con il MoVimento 5 Stelle. Qualche tempo fa, in un post sul suo blog sul Fatto Quotidiano, Marco Bella cazziava (giustamente) la politica e i mezzi d’informazione per aver dato spazio alla terapia Di Bella e tra i cazziati c’era un ospite d’eccezione: il fondatore del MoVimento 5 Stelle Beppe Grillo:

Il caso Di Bella è stato essenzialmente creato dai mezzi d’informazione e dalla politica. Negli ultimi giorni, si sono verificati due episodi. “La regione Lazio dovrà valutare la possibilità di inserire nella sperimentazione di farmaci innovativi oncologici anche quelli utilizzati nel “multitrattamento Di Bella”. Questo l’emendamento proposto dall’ex presidente della regione Lazio, Francesco Storace, approvato all’unanimità dall’assemblea regionale.

marco bella terapia di bella

Poco dopo, Beppe Grillo ha condiviso l’ennesimo link favorevole al cosiddetto “Metodo Di Bella”. In realtà, il pezzo originale deriva dal blog di Gioia Locati, su Il Giornale. Il titolo del post è Gli studi che danno ragione a Di Bella. Si riferisce a un articolo scientifico nel quale le cellule staminali della polpa dentaria di topi sono state differenziate con acido retinoico (un composto comunemente utilizzato per questo) e melatonina, acido ialuronico e butirrico. Non è per nulla chiaro come questo (singolo) studio possa “dare ragione” a Di Bella, dato che in nessun riferimento bibliografico è citato uno qualsiasi dei suoi articoli.

Marco Bella chiudeva il post tirando ulteriormente le orecchie a Beppe Grillo: è una pessima idea per i politici (come il citato Storace) o per i blog più seguiti della rete (come quello di Beppe Grillo) dare credito a pseudocure. Forse nemmeno rendendosi conto che ai bei tempi anche Tzé Tzé citava quello stesso post.

marco bella terapia di bella 1

Tutto ciò accadeva il 23 gennaio 2016: due anni dopo Marco Bella è candidato in Parlamento con il partito del signore che condivideva “pseudocure” (parole sue!) come il metodo Di Bella. Non c’è molto da dire: a volte le cose cambiano (in meglio). Per dire: soltanto il primo ottobre 2013 la pagina facebook della commissione Affari Sociali e Sanità del MoVimento 5 Stelle pubblicava articoli del prestigioso Informare x Resistere riguardo la somatostatina e il rimborso della cura di Bella:

m5s metodo di bella marco bella

…mentre adesso candida Marco Bella. Soltanto il 2 febbraio 2015 Beppe Grillo sul suo blog pubblicava questo tipo di post:

metodo di bella
Il post di Beppe su Facebook (via Facebook.com)

…mentre adesso tra di loro c’è chi diceva: «Avere uno dei blog più seguiti della rete o una posizione di rilevo nelle istituzioni corrisponde a grandi responsabilità. È una pessima idea dare credito a pseudocure, perché la salute non ha colore politico». Come cambiano le cose, eh?

Leggi sull’argomento: La Casaleggio e la brutta fine di TzeTze e de La Fucina