Opinioni

«Il M5S querelerà chi dice che è antivaccini». Davvero?

Ieri i capigruppo del MoVimento 5 Stelle alla Camera e al Senato hanno rilasciato una dichiarazione molto interessante a proposito di vaccini e antivaccinisti. Sostengono i rappresentati dei grillini:

“Il MoVimento 5 Stelle sul delicato tema dei vaccini ha una linea chiara e decisa ma, al contempo, equilibrata e civile. La nostra contrarietà era e resta nei confronti di questo decreto i cui eccessi contrasteremo in sede parlamentare con la forza degli argomenti. Al ministro Lorenzin, la quale ha dichiarato che il MoVimento farebbe ‘finta di essere a favore dei vaccini, ma nella realtà li avversi in tutti i modi, facendo il controcanto ai no vax’ rispondiamo che abbiamo espresso in tutte le sedi di essere favorevoli ai vaccini e di ritenerli fondamentali. Chiunque dichiari il contrario sta diffondendo menzogne e, dunque, è passibile di querela”.

m5s vaccini guido silvestri - 1
La prima cosa interessante della dichiarazione è che gli antivaccinisti che pullulano oggi negli status dei parlamentari grillini che hanno trionfalmente annunciato il no al decreto sui vaccini obbligatori della Lorenzin sono avvisati: in realtà il M5S è favorevole ai vaccini e li ritiene fondamentali. Stateci. La seconda cosa interessante è invece confrontare questa dichiarazione con l’intervista a Guido Silvestri pubblicata oggi su Repubblica. Dopo aver criticato l’onorevole Carlo Sibilia per l’uscita di ieri e ribadito la sua posizione contraria al decreto, Silvestri dice:

La posizione dei Cinquestelle sui vacciniperò non sembra chiara.
«Hanno responsabilità storiche precise nell’aver per lungo tempo tollerato, al proprio interno, posizioni e personaggi vicini all’anti-vaccinismo. Detto questo, si deve riconoscere che il M5S da febbraio ha intrapreso una strada di eliminazione dell’anti-vaccinismo, fino a sposare posizioni al 100% pro-vaccini».

In primo luogo in quella frase Guido Silvestri smentisce… Guido Silvestri. Era infatti l’immunologo a sostenere che “chiunque dica (tempo presente, ndr) che il M5S è contro i vaccini (tempo presente), dice sciocchezze”. Come lo stesso Silvestri oggi dice, Grillo e il M5S hanno alimentato per anni la cultura del sospetto sui vaccini e oggi fanno finta di nulla. Chi lo sosteneva, quindi, ribadiva una verità “storica” (cit.). Che curiosamente il professore aveva completamente dimenticato all’epoca della sua prima uscita sul Fatto Quotidiano, nella quale diceva tra l’altro che “Ho iniziato questa conversazione (con i 5 Stelle sui vaccini, ndr) con una certa cautela, derivata dalle “leggende” secondo le quali il M5S sarebbe contro i vaccini”. Non erano leggende: era una verità storica, dice oggi Silvestri. Il che è ben diverso rispetto a quello che scriveva furbamente sempre Silvestri nello stesso pezzo (“È possibile che ci siano state, in passato, affermazioni di alcuni esponenti M5S sul tema dei vaccini che hanno creato confusione“). In secondo luogo, visto che ad ammettere le responsabilità storiche precise nell’aver per lungo tempo tollerato al proprio interno posizioni e personaggi vicini all’antivaccinismo è proprio l’esperto del M5S, non si capisce come i capigruppo M5S possano sostenere di aver “espresso in tutte le sedi di essere favorevoli ai vaccini e di ritenerli fondamentali” senza alcuna autocritica su un passato che è lì e pesa come un macigno (e a volte ritorna). Storicamente è infatti vero che per anni hanno fatto il contrario. Infine, a proposito di “tutte le sedi”, non risulta che la nuova posizione del MoVimento 5 Stelle sui vaccini sia mai stata (ancora) votata sul blog.

Leggi sull’argomento: Tutti i problemi del decreto sui vaccini obbligatori