Attualità

"Avrei comunque scelto lei", Luca Trapanese racconta la sua storia di papà single che ha adottato una bambina disabile

@neXt quotidiano|

Luca Trapanese

La sua storia rientra nel cassetto di quelle vicende di coraggio che potrebbero essere abitudine. Ma non sempre è così e per questo la vita di Luca Trapanese diventa quell’eccezione eccezionale che merita di essere raccontata per mostrare a tutti come nella vita si possa reagire a tutto, scegliendo di aiutare chi – fin dalla sua nascita – si è trovata di fronte a immense difficoltà. E la piccola Alba, grazie a quella scelta, ora vive immersa tra le braccia di quel padre single che ha deciso di adottarla. Ha scelto proprio lei, nonostante la sua disabilità. Altri genitori l’avevano “scartata”, ma lui ha scelto lei e oggi dice che avrebbe “comunque scelto lei”.

Luca Trapanese e la sua scelta di adottare Alba, una bambina disabile

Luca Trapanese si è raccontato sulle pagine di Specchio, su La Stampa. Ha ricordato di come il giorno del suo 40esimo compleanno decise di farsi un regalo. Un dono riflesso, visto che quella sua scelta ha cambiato la sua vita e quella della piccola Alba:

“Quel 14 gennaio decisi di non fare una richiesta qualsiasi. Decisi di fare richiesta di affido per un bambino disabile. Non posi nessun limite a quel modulo e ai giudici che lo avrebbero raccolto. […] Quando un giorno d’estate a luglio mi chiamò un giudice donna e mi chiese se ero ancora disponibile a prendere in affido un bambino. ‘Sono pronto’, le dissi veloce e senza esitazione. Allora il giudice mi rispose: ‘Guardi, è un neonato ed ha la sindrome di Down. Lei conosce la sindrome di Down’?”.

Una settimana dopo conobbe la piccola Alba. Un nome che sa di rinascita. E così è stato per entrambi. La piccola pesava 2 kg e 300 grammi ed era stata lasciata in ospedale dalla mamma subito dopo il parto. Nessuna coppia, però, voleva adottarla a causa della sua disabilità:

“Nessuno di loro infatti voleva Alba. Erano spaventati, erano preoccupati”.

Ma alla piccola Alba ci ha pensato Luca Trapanese che la sta crescendo, andando oltre tutte le difficoltà. Problemi che non esistono quando la piccola gli sorride e gli regale quella gioia immensa nel cuore.

“La scelta di avere Alba non è stata una scelta di serie B. Se avessi potuto accedere al pari di quelle coppie in tribunale avrei comunque scelto un figlio disabile. Avrei comunque scelto lei”.

Una scelta di coraggio di un padre single, con la piccola Alba che ora cresce nell’amore di quel papà che l’ha scelta e la risceglierebbe. Sempre.