Opinioni

Il daspo del Verona a Luca Castellini fino al 2030 (ma non era goliardia?)

Come annunciato, è arrivato il daspo della società Hellas Verona a Luca Castellini e durerà fino al 2030. Il presidente Maurizio Setti domenica dopo i buuu a Balotelli aveva difeso i suoi tifosi, così come l’allenatore Juric. Adesso in una nota ufficiale la società gialloblù comunica la misura interdittiva a seguito delle dichiarazioni dell’ultrà, che aveva parlato ieri tra l’altro di “pagliacciata di Balotelli”, di “Balotelli non completamente italiano”, e delle frasi (“inneggiare a Hitler è goliardia”) riemerse in queste ore. Il Verona parla di “espressioni gravemente contrarie ai principi etici e ai valori del nostro club”. La cosa divertente è che alcune di queste frasi risalgono al 2012, altre al 2018. Ma solo adesso la povera società gialloblù si è accorta di tutto.

luca castellini

L’Hellas Verona quindi annuncia “di aver adottato nei confronti del signor Luca Castellini una misura interdittiva che, proporzionata alla gravità dei fatti, alla luce di quanto previsto dal Codice Comportamentale, essendosi trattato di un comportamento basato su considerazioni ed espressioni gravemente contrarie a quelle che contraddistinguono i principi etici ed i valori del nostro Club, prevede la sospensione di gradimento nei confronti del signor Luca Castellini da parte di Hellas VERONA sino al 30 giugno 2030”.

bacciga verona balotelli ultras hellas - 7
Non sarà mica quel Luca Castellini di Forza Nuova e capo ultras del Verona?

Luca Castellini nel 2012 ha avuto gli onori di una pagina sul Corriere della Sera perché ha inneggiato a Hitler durante una festa dei tifosi del Verona (quelli che non sono assolutamente razzisti). Qualche anno dopo (il 15 ottobre scorso) ha sostenuto che “inneggiare a Hitler è goliardia” in un’intervista rilasciata a Francesca Fagnani per Non è l’Arena e difendeva il coro “Siamo una squadra fatta a forma di svastica”. Il Verona non ha fatto niente fino a oggi.  Ora bisognerà vedere come la prenderà Andrea Bacciga, consigliere comunale che vuole denunciare chi diceva che Verona è piena di razzisti.

Leggi anche: Come il Verona scopre l’antirazzismo e vuole cacciare l’ultras che inneggiava a Hitler

Mario Neri

Mario Neri è uno pseudonimo. La foto di Cattivik che usa come immagine del profilo lo rappresenta pienamente