Politica

Lorenzo Foti: l’ex consulente di Grillo diventa caposegreteria della Raggi

Si è esibito al fianco di Beppe Grillo nello spettacolo Fake, tenendo una lezione al pubblico sui sistemi peer to peer e le blockchain, i database in continua condivisione da cui nascono i bitcoin. Adesso è stato promosso

lorenzo foti

Lorenzo Foti è il nuovo caposegreteria di Virginia Raggi. Arrivato a luglio in Campidoglio ed ex collaboratore dell’europarlamentare 5S Dario Tamburrano, si era assicurato uno stipendio da 88mila euro l’anno, tredicesima inclusa, per assumere un ruolo che per mansioni ricorda da vicino quello del capo di gabinetto. Nel suo curriculum un jolly si è esibito al fianco di Beppe Grillo nello spettacolo Fake, tenendo una lezione al pubblico sui sistemi peer to peer e le blockchain, i database in continua condivisione da cui nascono i bitcoin. Adesso è stato promosso:

La prima è nella segreteria di Virginia Raggi: il nuovo capo sarà Lorenzo Foti, 43 anni, esperto di BitCoin. Consulente del blog di Grillo, era approdato aPalazzo Senatorio a luglio,con l’aura di «guru» per via dell’ascendente sul fondatore delM5S in materia di tecnologie. Ora è stato promosso. Per portare forze fresche nella paludosa macchina comunale, il Campidoglio è pronto a reclutare anche una pattuglia di manager esterni.

La selezione, lanciata a maggio 2018, metteva in palio 15 poltrone, si sono candidati in 30, ma solo in 9 hanno superato le prove. E ieri è stato pubblicato l’elenco dei dirigenti pronti a traslocare a Roma. Vengono tutti da altre pubbliche amministrazioni. In cima alla graduatoria c’è Giuseppe Napolitano, ex capo dei vigili a Pomigliano d’Arco, il paese di Di Maio, poi passato all’Unione enti locali di Varese.

Leggi anche: Il buco nel reddito di cittadinanza: erogato per tre mesi a chi non ne ha diritto