Politica

La balla di Di Maio su Alessia D'Alessandro da Floris

luigi di maio alessia d'alessandro

«Abbiamo fatto un appello pubblico alle migliori energie del paese. Hanno risposto persone come la dottoressa Alessia D’Alessandro, che lavora con la CDU in Germania, è un economista, l’abbiamo candidata contro il PD, contro quello delle fritture e ci vengono a dire che siamo pericolosi?»: Luigi Di Maio nell’intervista rilasciata ieri a Giovanni Floris per Ballarò dimostra di non essere pericoloso ma di avere ancora una relazione complicata con la realtà dei fatti.

Abbiamo infatti spiegato ieri perché Alessia D’Alessandro non è un’economista e non lavora con la CDU in Germania. La D’Alessandro sarà candidata in Campania, ad Agropoli, dove sfiderà l’ex sindaco di Agropoli Francesco Alfieri (salito agli onori delle cronache per la battuta di De Luca sulle fritture) e Marzia Ferraioli, docente di procedura penale all’Università Tor Vergata e candidata per il centrodestra. Perché di fatto non faceva parte dello staff della Cancelliera mentre lavorava come assistente al marketing di un’organizzazione imprenditoriale. In qualità di assistente al marketing, è improprio quindi anche definirla “economista”, semmai è laureata in “Global economics and Management” (alla Jacobs Univesity di Brema, un’università privata fondata nel 2001). Non risulta che la pentastellata abbia conseguito un dottorato in materie economiche. Il solo fatto di essersi laureata in scienze economiche non la rende un’economista. Così come avere conseguito una laurea triennale e una specialistica non consente di definirla “plurilaureata”. Ma se questo non bastasse, dopo essersi fatto ridere dietro da tutta internet con il titolo sull’«economista strappata alla Merkel», il Corriere della Sera oggi sente dalla viva voce di Alessia D’Alessandro la verità (anche se le chiede ‘Che compiti ha nella CDU’, dimostrando di non aver ancora capito di che stiamo parlando:

Alessia D’Alessandro, ha mai incontrato Angela Merkel? Cosa pensa di lei?
«L’ho vista una sola volta, mi ha colpito molto la presenza della cancelliera, anche se spesso messa in discussione, ha un’aura che riesce a zittire un’intera platea».
Su Twitter dicono che lei è una stagista. Che compiti ha nella Cdu?
«Fungo da intermediario tra le imprese tedesche e il mondo politico. Coordino 22 commissioni che trattano temi che vanno dalle energie rinnovabili, alla ricerca e sviluppo fino alle politiche monetarie europee».

Leggi sull’argomento: La storia di Alessia D’Alessandro, l’«economista strappata alla Merkel» dal M5S