Opinioni

Il senatore PD contro lo statuto M5S

luigi di maio parlamentari forza italia m5s gruppo statuto - 1

“Sanare la ferita inferta alla nostra istituzione dalle disposizioni del M5S che mirano a reprimere la libertà dei parlamentari con la minaccia di 100 mila euro di multa e da quelle che pongono il Presidente del Gruppo, su cui i senatori del gruppo stesso dovrebbero essere sovrani, in completa balia del Capo Politico (Luigi Maio, cioè la Casaleggio Associati)”. E’ questa la richiesta che il senatore del Pd Dario Parrini – membro Pd della Giunta per il Regolamento del Senato – rivolge in una lettera alla presidente del Senato Elisabetta Alberti Casellati chiedendole di “prendere iniziative, a partire dalla convocazione della Giunta”.

statuto gruppi m5s 1

“Il regolamento del Gruppo M5S – incalza Parrini – è pesantemente lesivo dell’articolo 67 della Costituzione e dell’articolo 15 del Regolamento del Senato”. “Non è giusto – spiega il parlamentare – restare indifferenti alle questioni di democrazia legate all’esistenza di una azienda-partito portatrice di una visione padronale e proprietaria della politica”. L’iniziativa di Parrini è simile a quella messa in campo da Riccardo Magi qualche tempo fa: Roberto Fico si dichiarò all’epoca incompetente a decidere.

Leggi sull’argomento: Roberto Fico si dichiara incompetente sullo Statuto M5S