Sport

Il Milan da Elliott ad Arnault? Le smentite

bernard arnault milan

Stamattina il quotidiano Repubblica ha scritto che Bernard Arnault, proprietario del gruppo del lusso LVMH, è interessato ad acquistare il Milan.  La cifra base per la vendita sarebbe scesa a 960 milioni, da 1,2 miliardi. Una grande banca d’investimento di Londra sarebbe tra gli advisor.

Il Milan da Elliott ad Arnault? Le smentite

Ma in mattinata sono arrivate le smentite. La famiglia Arnault non ha mai avviato alcuna trattativa per l’acquisto del Milan, ha detto Antoine Arnault, figlio del presidente del gruppo francese LVMH, Bernard, con una lettera aperta ai tifosi del Milan pubblicata sul suo profilo Instagram a commento delle indiscrezioni, rilanciate oggi da ‘La Repubblica’, che vorrebbero il colosso francese del lusso interessato al club rossonero. “Cari tifosi del Milan – scrive Antoine Arnault – voglio scrivere questo messaggio per mettere fine alle speculazioni riguardanti un possibile interesse della mia famiglia per l’acquisizione della squadra rossonera. Abbiamo enorme rispetto per questo club prestigiosissimo, per la sua storia e per i suoi valori ma non siamo mai stati in contatto con alcun dirigente e mai avviato alcuna trattativa”. “Non sappiamo – prosegue Arnault jr. – da dove queste indiscrezioni vengano né chi ci sia dietro, ma ancora una volta non hanno alcun fondamento. Auguriamo al Milan e ai suoi dirigenti i successi che meritano per il loro futuro”.

elliott milan

Nel pomeriggio è arrivata anche la smentita di Elliott: ”Elliott smentisce categoricamente le voci riguardanti l’interesse di Bernard Arnault e del gruppo LVMH ad acquisire AC Milan. Elliott conferma che il Club non è in vendita”, ha detto un portavoce all’ANSA. Repubblica stamattina aveva parlato di un temporaneo rallentamento della trattativa che dipendeva dal minuzioso controllo su alcune voci del bilancio del club: “Il varo del progetto sportivo sarebbe a giugno 2020, per tornare sul tetto d’Italia e d’Europa con Allegri, che però è seriamente corteggiato da Psg e Real Madrid per questa stagione. Infine, la ragione che potrebbe indurre Arnault a investire nel calcio, industria fin qui lontana dai suoi interessi, è legata alle nuove congiunture della finanza europea” dopo la Brexit.

Leggi anche: Matteo Salvini, Kinzica e il no ai bambini in politica