Attualità

Hillary Clinton su Giorgia Meloni premier: "Una rottura con il passato ma va giudicata per quello che fa"

@neXt quotidiano|

hillary clinton giorgia meloni

L’elezione della prima premier in un Paese rappresenta sempre una rottura col passato, ed è sicuramente una buona cosa”. Oggi Hillary Clinton in un’intervista su Il Corriere della Sera parla dell’ipotesi che Georgia Meloni vinca le elezioni del 25 settembre diventando presidente del Consiglio. Ma l’ex segretario di stato Usa avverte anche: Però poi, come per ogni leader, donna o uomo, deve essere giudicata per quello che fa. Non sono mai stata d’accordo con Margaret Thatcher, ma ho ammirato la sua determinazione. Chiaramente poi si votano le idee”. Hillary Clinton è stata intervistata a Venezia dove si trova in questi giorni per ritirare un premio istituito da Diane von Fürstenberg. Ieri ha anche sfilato sul red carpet  della Mostra del Cinema.

Hillary Clinton su Giorgia Meloni premier: “Una rottura con il passato ma va giudicata per quello che fa”

Le parole di Clinton su Giorgia Meloni si inseriscono in un discorso in cui parla delle leadership femminili. E spiega quali sono le personalità politiche che più la affascinano:  «Ci sono una sfilza di leader donne che mi piacciono. Penso a Jacinda Ardern, prima ministra della Nuova Zelanda. Il modo con cui ha gestito la pandemia e il massacro nella moschea nel 2019 stato davvero unico». Non poteva mancare un riferimento a Sanna Marin, che ha difeso pubblicamente con una foto postata sui social in cui balla per sostenerla dopo gli attacchi ricevuti nelle ultime settimane arrivati dopo i video in cui balla con gli amici. Ma Clinton spiega che sono le idee politiche della premier finlandese a suscitare la sua ammirazione: «È stata molto coraggiosa ad aver guidato la Finlandia nella Nato. Sulle danze, siamo al classico doppio standard che si applica con le donne, giudicate sempre duramente. Ma ho l’impressione che il mondo si stia abituando ad averci nei parlamenti e nei partiti»

hillary clinton sanna marin

Tornando a Giorgia Meloni paradossalmente l’ex segretario di  stato dell’amministrazione Obama è convinta che rispetto a una donna di sinistra abbia avuto dei vantaggi. Clinton è sicura che le donne a destra siano molto più supportate dal partito rispetto che a sinistra. “Vengono protette dal patriarcato perché spesso sono le prime a supportare i pilastri fondamentali del potere maschile e del privilegio”.

Foto di copertina: IPP/Daniele Cifala’ Venezia 31/08/2022 The 79th Venice Film Festival – 79 Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica