Politica

Heinz-Christian Strache: i misteri del video della figura di m….

Nessuno sa chi l’abbia girato. Ma a sorpresa sulla scena si staglia la figura del geniale comico Jan Bohmermann

heinz christian strache Jan Bohmermann

Il video che ha immortalato una delle più grosse figure di merda fatte da un politico europeo dalla notte dei tempi, ovvero Heinz-Christian Strache che da sovranista nazionalista si vende alla Russia, è avvolto dal mistero. Quello che  sappiamo è che il filmato nel quale Strache promette ad una sedicente nipote di un oligarca russo l’assegnazione di commesse, appalti pubblici e il via libera all’acquisto dell’influente tabloid popolare austriaco «Kronen Zeitung» in cambio di generosi finanziamenti al suo partito, è stato ripreso da una telecamera nascosta già nel luglio del 2017. E il resto? Walter Rauhe su La Stampa racconta altro:

Gli autori del video hanno agito in modo estremamente professionale orchestrando in ogni dettaglio l’incontro-trappola per incastrare il leader dell’ultradestra. Sull’isola delle Baleari di Ibiza è stata affittata appositamente una villa extra-lusso, è stata poi ingaggiata un’attraente donna russa per adescare il politico, negli interni della villa sono state installate poi telecamere nascoste e microfoni per documentare l’incontro ed infine sono stati coperti tutti i costi di viaggio per il leader della Fpö, il suo braccio destro Johann Gudenus e la consorte. E alla fine di tutta l’operazione il filmato (lungo complessivamente ben 7 ore) è stato chiuso nel cassetto in attesa del momento più propizio per renderlo pubblico.

C’è di più. Mentre in Germania c’è chi chiama in causa i soliti servizi segreti, un ruolo chiave nella vicenda lo ha avuto Jan Bohmermann, ovvero l’autore satirico che aveva “inventato” la storia del dito medio di Varoufakis alla Merkel (qui i dettagli della vicenda):

Un ruolo chiave ancora tutto da chiarire potrebbe averlo giocato il conduttore della trasmissione televisiva satirica tedesca «Neo Magazin Royal», Jan Böhmermann. Nel corso del discorso di ringraziamento per il conferimento del premio giornalistico «Romy» a Vienna, il conduttore, noto tra gli altri per i suoi poemi satirici contro il presidente turco Erdogan, collegato in videoconferenza, si è scusato per non poter essere presente alla cerimonia, sostenendo di trovarsi a Ibiza «stracolmo di cocaina e di alcol e insieme ad alcuni esponenti della Fpö e di un’oligarca russa per discutere l’acquisto della «Kronen Zeitung».

Ma non solo. Al termine dell’ultima puntata della sua trasmissione andata in onda giovedì scorso, il conduttore televisivo ha detto testualmente: «Domani in Austria scoppierà un casino».

Bohemermann è autore anche di questo video-capolavoro su Varoufakis. Se c’è il suo zampino anche nello scandalo austriaco, tanto di cappello:

Leggi anche: #varoufake: il vero falso video del dito medio di Varoufakis