Opinioni

Forza Nuova cancellata da Facebook e Instagram

Anche le pagine facebook di Forza Nuova sono state cancellate dal social network blu. Dopo le risorse facebook di Casapound è toccato anche a quelle del partito di Roberto Fiore. A proposito della cancellazione dei Fascisti del Terzo Millennio un portavoce di Facebook ha detto all’ANSA: “Le persone e le organizzazioni che diffondono odio o attaccano gli altri sulla base di chi sono non trovano posto su Facebook e Instagram. Candidati e partiti politici, così come tutti gli individui e le organizzazioni presenti su Facebook e Instagram, devono rispettare queste regole, indipendentemente dalla loro ideologia. Gli account che abbiamo rimosso oggi violano questa policy e non potranno più essere presenti su Facebook o Instagram”. La motivazione, a questo punto, potrebbe essere la stessa. “Migliaia le pagine oscurate, i profili personali, le pagine nazionali e regionali. La Polizia politica di Zuckerberg vuole impedire che ci sia opposizione al governo di estrema sinistra e Bruxelles. Sintomatico che una cosa di questo genere accada il primo giorno di governo: tutto assolutamente pretestuoso, considerato che non c’è alcun casus belli. Risponderemo con più piazza e più manifestazioni, perché se precludono una strada che si era manifestata come una delle più importanti per il consenso andremo in piazza”, dice Roberto Fiore all’Adnkronos.

forza nuova

Pure i rappresentanti di Forza Nuova erano alla manifestazione di Salvini e Meloni contro il governo Conte Bis. «Questo è lo scenario che avremo di fronte nei prossimi mesi: il Ministero dell’Interno che a tutti i costi difenderà il Parlamento e difenderà un governo che è odiato dall’80% degli italiani», aveva detto oggi Roberto Fiore, leader di Forza Nuova, durante la manifestazione organizzata da Lega e Fratelli d’Italia contro il governo Conte. Ma, faceva sapere Fiore, Forza Nuova era pronta ad andare contro l’alleanza dei Poteri Forti come «BCE, Bruxelles, Stati Uniti, Francia, Merkel» che vuole instaurare «una stagione di povertà e dittatura».

Leggi anche: La pagina facebook di Casapound chiusa da Facebook