Fact checking

Emanuela Corda: la deputata del M5S che crede che i vaccini causino l'autismo

emanuela corda vaccini autismo - 3

Questa mattina ad Agorà la senatrice Elena Fattori ha detto che “sui vaccini Grillo ha cambiato opinione”. La notizia è che quindi una senatrice del M5S conferma che prima Grillo era antivaccinista. Di conseguenza dire che il MoVimento 5 Stelle è stato contro i vaccini non è una sciocchezza, ed è una sciocchezza invece sostenere il contrario. Alla luce di questa certezza possiamo affrontare con maggiore serenità l’analisi delle azioni di alcuni portavoce pentastellati contro i vaccini.

La proposta di legge del M5S contro i vaccini

Prendiamo ad esempio il caso della proposta di legge avanzata nel 2014 da alcuni deputati del 5 Stelle recante “Norme sull’informazione e sull’eventuale diniego dell’uso dei vaccini per il personale della pubblica amministrazione“. In quella proposta di legge, a prima firma della deputata Emanuela Corda, si possono leggere alcune interessanti affermazioni sui pericoli dei vaccini.
emanuela corda vaccini autismo -1
Si tratta di una proposta di legge sui vaccini somministrati al personale militare o ai dipendenti della pubblica amministrazione. Persone che quindi sono adulte e che in teoria hanno già fatto le vaccinazioni pediatriche quando erano bambini. Cionondimeno il M5S ricorda che:

Recenti studi hanno però messo in luce collegamenti tra le vaccinazioni e alcune malattie specifiche quali la leucemia, intossicazioni, infiammazioni, immunodepressioni, mutazioni genetiche trasmissibili, malattie tumorali, autismo e allergie.

Ora per quanto le cause dell’autismo non sia note è invece molto chiaro che i vaccini non causano autismo. Non ci sono studi scientifici che mettono in correlazione vaccinazioni e autismo. E soprattutto un adulto sano non può diventare “improvvisamente” autistico. Un conto è mettere in discussione – su basi scientifiche – l’obbligatorietà delle vaccinazioni un altro è farlo utilizzando argomentazioni degne degli antivaccinisti.

Le risposte di Emanuela Corda sui vaccini

Oggi il Messaggero pubblica un’intervista all’onorevole Corda. La nuova ondata di polemiche sulle posizioni antivacciniste tenute fino a pochi giorni fa dal M5S hanno infatti coinvolto anche la sua proposta di legge. Proposta che la deputata 5 Stelle difende spiegando che quella frase è stata estrapolata dal contesto.
emanuela corda vaccini autismo -2
La Corda, in ossequio al nuovo dogma pentastellato di essere favorevoli ai vaccini, precisa di non avere nulla contro le vaccinazioni. Difende però quella frase nella quale viene stabilita una correlazione tra vaccini e autismo:

Perché avete scritto quella proposta?
«Perché è un tema molto sentito. Ogni volta però si estrapola sempre quella frase dal contesto».
Quella dei collegamenti tra le vaccinazioni e autismo?
«Sì, tra quel tipo di vaccinazioni, con quelle modalità, in specifiche circostanze e in riferimento agli studi della commissione. La proposta di legge ha visto cosa dice?».

Per l’Onorevole Corda quindi “quel tipo di vaccinazioni” somministrate al personale militare possono causare l’autismo. Ed è un vero peccato che Emanuela Corda non porti prove scientifiche di quanto afferma. Ci sono davvero adulti che sono diventati autistici dopo essere stati vaccinati? A quale tipo di vaccinazioni di adulti che causano autismo (di quello stiamo parlando, non divaghiamo) si riferisce la Corda, visto che non lo specifica nella proposta di legge? Davvero c’è nel M5S qualcuno che crede, il 4 maggio 2017, che i vaccini causino l’autismo e che esistano ricerche che lo provano? Sappiamo già come risponderanno dal MoVimento: “si tratta solo di posizioni personali”. Scritte nero su bianco in una proposta di legge.

L’inchiesta sulle vaccinazioni sbagliate ai militari

La fonte delle informazioni in questo caso sembra essere l’inchiesta di Vittoria Iacovella per Repubblica. Per il suo lavoro giornalistico Iacovella ha ricevuto nel 2013 il premio Ilaria Alpi dedicato alla memoria della giornalista Rai uccisa in Somalia assieme al collega Miran Hrovatin. Nell’inchiesta di Repubblica, che indagava sul mancato rispetto delle procedure per le vaccinazioni al personale militare, non viene però mai menzionato l’autismo come possibile conseguenza dei vaccini. L’inchiesta denuncia che i vertici militari non hanno fatto rispettare i protocolli medici indicati dalle case farmaceutiche produttrici dei vaccini. In alcuni casi è stato riscontrato l’utilizzo di preparati ritirati dal commercio. Ma da nessuna parte si parla di autismo e l’indagine è tutta rivolta a scoprire le cause di casi di tumori e linfomi successivi alle vaccinazioni.