Opinioni

Con il no alla TAV vinci Dibba candidato alle Europee

Signori, è un’offerta che non potete rifiutare, roba che al confronto Roberto Da Crema detto Baffo impallidirebbe: con il No alla Tav si vince un Alessandro Di Battista candidato alle elezioni europee. A farcelo sapere è oggi Simone Canettieri sul Messaggero:

Il silenzio di Alessandro Di Battista continua a essere sempre più assordante. C’è chi dice che in cambio di un segnale chiaro sulla Tav sarebbe pronto anche a candidarsi alle Europee. Ma prima di dare il cammello, vuole vedere la moneta. Forse.

L’ala di Roberto Fico, quella più intransigente, si fida relativamente. E non a caso Luigi Gallo, presidente della commissione Cultura vicino al presidente della Camera, se ne esce così: «Il governo non scarichi sul parlamento la decisione». Tradotto: nessuno si inventi una soluzione d’aula. Una mozione da presentare, sapendo che sarà bocciata.

di battista desaparecido scomparso elezioni - 2

Che il problema della scomparsa di Di Battista dai social network fosse la TAV è cosa risaputa, anche se non è l’unico motivo per cui Dibba s’è fatto sommergibile. Ma adesso il MoVimento 5 Stelle, e quel fortunello di Di Maio che di sicuro non vede l’ora (<—– ironia), ha un’occasione perfetta per far tornare in campo il più amato dal Popolo a 5 Stelle. E pazienza se cade il governo.

Leggi anche: Gli Spada e il reddito di cittadinanza, i parenti sono in fila

Mario Neri

Mario Neri è uno pseudonimo. La foto di Cattivik che usa come immagine del profilo lo rappresenta pienamente