Politica

Il Giornale e la consulente di Toninelli con 435mila euro di stipendio

Il Giornale va oggi all’attacco del ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Danilo Toninelli per “colpa” di una sua consulente, Daniela Bolognino, a cui ha affidato un incarico da consulente per 435mila euro per tutta la durata della legislatura. La stessa docente, soltanto un anno fa, aveva tenuto una lezione per gli attivisti grillini sul blog del MoVimento 5 Stelle, proprio sul rapporto tra cittadini e pubblica amministrazione.

Un anno fa, il 25 agosto del 2017, alla vigilia della lunga campagna elettorale per le elezioni politiche, sul «blog delle stelle» spunta il volto dell’avvocato Daniela Bolognino, docente di Contabilità di Stato all’Università Roma tre: la professoressa tiene incollati allo schermo del pc gli attivisti dei Cinque stelle per 9 minuti e 50 secondi con una lezione sul rapporto fra cittadini e la Pubblica amministrazione.

Un sermone lunghissimo, accompagnato da esempi e cifre, per fissare un obiettivo centrale del programma politico che il M5S avrebbe presentato nei mesi successivi per la battaglia elettorale: azzerare la distanza tra Stato e cittadini. E favorire lo scambio di informazioni, idee e opportunità di lavoro.

danilo toninelli daniela bolognino

Dodici mesi dopo, la distanza tra la docente, che gravita nell’orbita grillina,e l’apparato statale si è accorciata. Quella degli altri cittadini un po’ meno. Dal 2 luglio 2018, un mese dopo la nascita del governo giallo-verde guidato da Giuseppe Conte, la prof, arruolata da Grillo per impartire lezioni di diritto e contabilità pubblica sul sacro blog, lavora al fianco del ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Toninelli con un incarico esterno.

Ad inizio del mese di luglio, l’avvocato Bolognino si è presentata a Roma, in via Nomentana, nella sede del ministero delle Infrastrutture per sottoscrivere con Gino Scaccia, capo di gabinetto di Toninelli, il contratto che la lega al ministro nei prossimi cinque anni. Nulla di anomalo, sia chiaro; gli atti sono stati fatti alla luce del sole e nel pieno rispetto del d.P.R. n. 212/2008, che consente al ministero di affidare consulenze esterne nel limite del 5% rispetto al personale interno. Il contratto è legato alla durata dell’incarico di Toninelli al governo.

Leggi sull’argomento: Chi può fermare Salvini