Politica

Claudio Puoti: il prof, la bimba immunodepressa e la risposta di Paola Taverna

paola taverna vicepresidente del senato m5s - 4

Claudio Puoti, già primario di medicina interna e attualmente responsabile del centro di epatologia istituto INI di Grottaferrata e consulente di epatologia dell’ospedale Regina Elena di Roma, ha pubblicato un paio di giorni fa su Facebook una lettera aperta indirizzata a Paola Taverna e Davide Barillari, rispettivamente senatrice e consigliere regionale nel Lazio per il MoVimento 5 Stelle.

Claudio Puoti: il dottore, la bimba immunodepressa e la risposta di Paola Taverna

Il tema è sempre lo stesso, ovvero i vaccini, l’obbligo a scuola e gli immunodepressi. Quello che racconta Puoti è una della tante storie di bambini immunodepressi che potrebbe rischiare contagi a scuola, ovvero nel luogo pubblico dove dovrebbero essere maggiormente tutelati.

Ho una nipotina di appena sei anni (6 anni!) operata tre mesi fa per una rarissima forma di cancro ovarico ed attualmente in chemioterapia. Ha ovviamente la conta dei neutrofili bassissima (data la Vostra specifica e profonda cultura in materia ritengo pleonastico spiegarVi cosa sono i neutrofili e come ci difendono dalle infezioni), ma il problema è che fra meno di un mese dovrebbe rientrare a scuola.
Secondo i ridicoli e squallidi dogmi dell’ OMS, dell’ ISS, della FIMMG, della FNOMCeO, di tutta la comunità scientifica internazionale e via dicendo (peraltro sicuramente al soldo delle multinazionali come Lei, Cons. Barillari, ci ha ben chiarito di recente) ed ai quali io ho scioccamente ed acriticamente creduto per 40 anni, la bimba va considerata un soggetto immunodepresso.

claudio puoti paola taverna

E ora cosa si fa, Gent.ma Sen. Taverna e Preg.mo Cons. Barillari ? Non la mandiamo a scuola, negandole l’ obbligo scolastico ? o la mettiamo in una classe di bimbi vaccinati, isolandola in una condizione “similabile” (pensi Sen. Taverna, ho sempre creduto che si dicesse “assimilabile”) ad un ghetto? e chi mi garantisce che le autocertificazioni siano attendibili? In Italia? ma che, “davero”? Oppure la mando dai “cuggini” con morbillo in atto, così si immunizza prima, secondo le indicazioni scientifiche della Sen. Taverna ? non pensa che durerebbe meno di un gatto in tangenziale ?
Attendo con ansia il Vostro consiglio che sarà sicuramente illuminato, dato che come ci ha illuminato Barillari la politica viene prima della scienza, la quale è asservita al grande capitale mondiale; però mi raccomando la celerità del vostro parere, perché tra poco la bimba dovrà rientrare a scuola.
Però avrei ancora una curiosità : Cons. Barillari, se le Sue posizioni sono davvero così lucide e cristalline, come mai il suo stesso movimento l’ha “cazziata” (come si dice a Roma)?
P.S: ciò che mi stupisce di più è la Ministra Grillo, che essendo mia collega forse dovrebbe ricordare di essere prima un medico e poi un politico.

La replica di Paola Taverna

Ieri in una nota Paola Taverna ha risposto a Puoti: “Gentile professor Puoti, ho letto il suo post e come prima cosa mi preme darle appoggio e solidarietà. Conosco benissimo i casi come quelli di sua nipote, non solo per aver incontrato in questi anni tanti familiari di bimbi immunodepressi, ma anche perché ho studiato attentamente tutta la materia, coadiuvata da tecnici ed esperti. La voglio rassicurare perché, aldilà delle polemiche politiche, nessuno vuole mettere in discussione l’importanza dei vaccini”, afferma l’esponente M5S e vicepresidente del Senato. “Il disegno di legge depositato al Senato e che sarà discusso nelle opportune sedi -porterà una vaccinazione più puntuale, più efficace di quanto non sia stato fatto finora. Dal consigliere regionale Davide Barillari il Movimento 5 Stelle, come espresso sul blog, ha preso le distanze. La ringrazio per avermi dato la possibilità di spiegare la mia posizione. Io sono una madre e le assicuro che il nostro unico intento è tutelare tutti i bambini italiani, la loro salute e la loro crescita formativa”.

m5s barillari

La replica di Paola Taverna, come da costume quando si parla del MoVimento 5 Stelle, evita accuratamente di replicare nel merito a quanto sollevato da Puoti. Il quale ha chiesto cosa concretamente ha in mente di fare il MoVimento 5 Stelle per tutelare i bambini immunodepressi in questo anno scolastico, nel quale le indicazioni sono state finora contraddittorie (a dir poco) sul tema.

Leggi sull’argomento: La petizione delle mamme di bimbi immunodepressi sulle vaccinazioni