Opinioni

Virginia Raggi vi spiega una cosa sullo Stadio della Roma a Tor di Valle

Oggi Virginia Raggi ha rilasciato un’intervista a Luca De Carolis e Paola Zanca del Fatto Quotidiano spiegando un concetto di importanza fondamentale che finora però non è ancora chiaro agli eletti grillini (e a quelli dell’opposizione, ma questa è un’altra storia):

Lo stadio della Roma sembra una vicenda infinita. Quando si arriverà a una decisione definitiva?
Va ricordato che la proposta iniziale sull’impianto non ci piaceva, tanto che l’abbiamo avversata. Ma siamo riusciti a migliorare il progetto riducendo la quantità di cemento e mantenendo le opere pubbliche. D’altronde ho dovuto tenere conto dei pareri dell ’Avvocatura del Comune.

Cosa dicono i legali?
Tutti i pareri si concludevano con una certezza: la revoca della proposta comporterà degli oneri per il Comune. Ovvero non era più possibile sfilarsiacosto zero.E quindi la maggioranza ha lavorato con i proponenti per ridurre l’impatto del progetto. Capisco i mal di pancia nei municipi, ma gli oneri dello stop poi ricadrebbero sul Comune e sui cittadini.

Ma la decisione finale?
Credo che l’atto finale, ossia la convenzione tra i proponenti e il Comune, verrà votata in aula entro l’estate e poi ratificata dalla Regione Lazio. E penso proprio che il voto sarà favorevole, a meno che nel frattempo non emergano irregolarità. Finora dai nostri approfondimenti non ne sono emerse.

Raggi aveva spiegato la stessa cosa all’epoca della prima trattativa sullo Stadio della Roma a Tor di Valle anche sul blog di Beppe Grillo, rivolgendosi senza nominarla a Roberta Lombardi che insisteva sul punto. Forse non era stata chiarissima all’epoca. Adesso dovrà spiegarlo anche a Donatella Iorio, che stamattina voleva rivotare la delibera di pubblico interesse.

Leggi anche: Il M5S vuole votare di nuovo la delibera sullo Stadio della Roma

Mario Neri

Mario Neri è uno pseudonimo. La foto di Cattivik che usa come immagine del profilo lo rappresenta pienamente