Politica

Come le spiate dei vicini possono farti perdere il reddito di cittadinanza

reddito di cittadinanza vicini spia

Il MoVimento 5 Stelle ha un’arma segreta contro chi trufferà per il reddito di cittadinanza. E non ha paura di usarla. Si chiama “vicino impiccione” ed è una carta coperta pericolosissima, come sanno tutti quelli che vivono in un condominio. E, spiega oggi La Stampa, funzionerà così:

Luigi Di Maio dice di non credere ai sondaggi che danno la Lega sopra di quasi dieci punti: «Non ci prendono mai». Ma non a caso spinge perché il reddito parta entro aprile. «Farà come Renzi – dice un parlamentare leghista – farà partire le pratiche prima delle Europee, facendo arrivare i primi accrediti solo dopo il voto. Così evita anche la delusione di chi si aspetta 780 euro e magari si vedrà arrivare solo 300 o 400 euro…».

reddito di cittadinanza 1
Reddito di cittadinanza: la distribuzione territoriale (Il Messaggero, 19 gennaio 2019)

La «spiata» dei vicini La linea delle modifiche concordate viene confermata anche da Stefano Buffagni, sottosegretario M5S al ministero per gli Affari regionali. «Il reddito di cittadinanza è partito, poi sono certo che la Lega lavorerà per migliorarlo».

E per scongiurare il rischio di truffe, cioè persone che magari prendono il reddito di cittadinanza svolgendo un lavoro in nero, Buffagni arriva a fare affidamento persino sui «vicini di casa» che, secondo lui, come in una sorte di «Grande fratello» potrebbero aiutare lo Stato a stanare i furbetti: «Anche le segnalazioni che spesso arrivano dal vicino di casa che è invidioso, perché vede quello che sfrutta uno strumento di aiuto, illegalmente, sono tutti strumenti che messi a sistema possono dare una mano».

Leggi sull’argomento: Le Iene, Tiziano Renzi e gli insulti a Omuigui