Opinioni

I tre deputati PD aggrediti dai No Vax a Montecitorio

deputati pd aggrediti

Tre deputati del Pd sono stati aggrediti e insultati da alcuni dei manifestanti no-vax che stazionano davanti a Montecitorio da stamani per protestare contro il decreto sui vaccini obbligatori. Si tratta di Elisa Mariano, Ludovico Vico e Salvatore Capone che si sono rifugiati dentro un’auto (circondata e presa a calci e pugni) e poi messi in salvo dalla Digos.
salvatore capone elisa mariano deputati pd
I tre, racconta Elisa Mariano, sono usciti da Montecitorio attorno alle 12,30 per raggiungere una vettura parcheggiata nello slargo antistante: “Alcuni manifestanti hanno chiesto ai miei due colleghi se fossero deputati e come avessero votato sul decreto vaccini. Vico e Capone hanno capito che erano male intenzionati e non hanno risposto. A quel punto i manifestanti hanno cominciato ad insultare gridando ‘assassini’ e ci hanno aggredito. Noi ci siamo rifugiati nella macchina, che però è stata circondata e presa a calci e pugni. Questo è durato diversi lunghi minuti finché finalmente è intervenuta la Digos, con degli agenti in borghese”.
deputati pd aggrediti
“Ci siamo spaventati – racconta Mariano – io moltissimo. E’ una follia, non si può arrivare a questi livelli, si è fomentato un clima pessimo. E pensare che i manifestanti avevano sulla maglietta la scritta ‘libertà di scelta, rispetto delle opinioni’. E’ stata una cosa bruttissima – conclude Mariano – e poteva finire davvero male”.

“Siamo stati inseguiti da decine e decine di persone, fino a quando siamo arrivati alla macchina. Erano veramente tanti, hanno circondato l’auto, l’hanno presa a pugni e calci. Eravamo spaventati, temevamo che potessero rompere i vetri. Anche perche’ alcuni di loro erano davvero grossi, ma c’erano decine di persone, ripeto, di tutti i tipi. Davvero una brutta avventura”, dice invece Salvatore Capone.
deputati pd aggrediti 1
I tre deputati hanno ricevuto la solidarietà di Matteo Renzi su Twitter: “Follia Pura. Un abbraccio a Elisa, Ludovico e Salvatore. Noi non ci fermiamo”, ha scritto il segretario PD su Twitter. “No vax aggrediscono 3 deputati Pd. Altro che libertà, questi sono metodi fascisti. Che dicono colleghi M5S che oggi hanno votato contro?”, ha detto invece Ettore Rosato, capogruppo PD alla Camera.


“L’aggressione nei confronti dei deputati del Pd fuori da Montecitorio non è giustificabile in alcun modo e a loro va la solidarietà di un movimento che si è sempre, convintamente, dichiarato non violento. La contrarietà a un provvedimento è un conto, la violenza un altro”, scrive in una nota il M5S. Nello Formisano, deputato Mdp, ha condiviso con i colleghi Pd la brutta avventura seguita al via libera al ddl vaccini. A piazza Montecitorio qualche centinaio di manifestanti scandisce slogan contro il governo e il Parlamento. Tra loro molte donne, le più agguerrite ed è proprio una di loro che si rivolge a Formisano dicendogli “assassino”. Circondato, il parlamentare solo grazie agli agenti riesce a raggiungere la macchina e lasciare la piazza.

Leggi sull’argomento: Il decreto vaccini obbligatori è legge