Trend

Tra Aurora Leone e Ruggeri, Bugo sceglie Ruggeri

Il cantante entra in tackle duro sul caso che ha condizionato l’ultima edizione della Partita del Cuore

Bugo

“Le brutte intenzioni, la maleducazione”. Riecheggiano da ieri sera quelle parole “cantate” da Morgan in occasione del Festival di Sanremo dello scorso anno. Il motivo è molto semplice e basta leggere la risposta di Bugo (al secolo Cristian Bugatti) a una foto pubblicata sui social da Enrico Ruggeri, cantante, capitano della Nazionale Cantanti e “giocatore” del Sona (squadra della provincia di Verona, che milita in Serie D, che lo ha simbolicamente tesserato nel corso di questa stagione). Parole al vetriolo sul caso Aurora Leone che ha condizionato la vigilia (ma anche i giorni successivi) della Partita del Cuore andata in scena lo scorso 25 maggio all’Allianz Stadium di Torino.

Bugo decide di stare dalla parte di Enrico Ruggeri e non di Aurora Leone

Il capitano della Nazionale Cantanti, proprio prendendo spunto da una tavolata in compagnia con i suoi compagni di squadra del Sona, ha pubblicato sul suo profilo Twitter una fotografia con un messaggio alquanto polemico con annessi riferimenti a quanto accaduto la scorsa settimana durante la cena pre-partita: “Pranzo pre-partita del Sona Calcio. I giocatori sono in un tavolo a parte. Funziona così in tutto il mondo”.

Qualche ora dopo è arrivata la replica (con endorsement) da parte di Bugo: “Bravo Enrico. Dovremmo mostrare quando alla Partita del Cuore del 2020 erano con noi la Moroso, Madame e Roberta Vinci (tra le altre).Tutti questi ebeti da social meriterebbero 2 o 3 carciofi in culo per svegliarsi”.

La denuncia fatta da Aurora Leone nella notte tra il 24 e il 25 maggio, però, faceva riferimento ad altro. Il direttore generale della Nazionale Cantanti (che poi si è dimesso) le avrebbe chiesto di alzarsi dal tavolo non perché fosse seduta nel tavolo sbagliato (ovvero quello dei cantanti), ma perché – secondo lui – lei non doveva essere lì. L’attrice campana dei The Jackal, però, era stata convocata con la Selezioni dei “Campioni della Ricerca” e, quindi, sarebbe dovuta scendere in campo. Questa è la ricostruzione che, al netto delle varie interpretazioni che sono state date, cancella già la versione fatta da Ruggeri: se lei doveva scendere in campo, doveva e poteva stare al tavolo della cena pre-partita.

Al netto di tutto ciò, Bugo nella sua risposta riesce anche a sbagliare il nome di Alessandra Amoroso (che diventa, per pura magia, “la Moroso”). E, se questo non bastasse, utilizzi epiteti censurabili nei confronti dei critici. Insomma, questa volta – tralasciando “le brutte intenzioni” – si può sicuramente parlare di “maleducazione”.

(Foto IPP/Andrea Oldani)