Q&A

Stadio della Roma, il parere della Giunta Raggi è «non favorevole», ma…

stadio della roma pubblico interesse

L’Amministrazione comunale di Roma Capitale ha consegnato alla Regione Lazio le valutazioni sul progetto dello “Stadio della Roma”. “Il parere unico di Roma Capitale sul progetto definitivo dello Stadio della Roma – si legge nel documento – è non favorevole”. Lo comunica in una nota la Regione Lazio che pubblica la lettera del comune:

Stadio della Roma, il parere del Comune


La missiva, firmata dall’ingegner Fabio Pacciani, elenca dalla lettera A alla lettera C le criticità che a parere del Comune emergono dal progetto e a pagina 5 segnala quali sono le condizioni per addivenire a un parere favorevole:
– assicurare adeguati livelli di sicurezza stradale per veicoli e pedoni
– assicurare adeguati livelli di servizio delle infrastrutture stradali
– completare la documentazione progettuale con le elaborazioni mancanti e colmare le carenze di contenuti rilevati (ad esempio nel piano degli espropri).
stadio roma non favorevole
Le criticità sono state rilevate in vari aspetti del progetto come quelli legati alla sicurezza stradale e a quella idraulica (con zone definite a rischio per fenomeni idraulici); quelle legate alla carenza di funzionalità legata alla viabilità, parcheggi, trasporto pubblico e quelle legate alla carenza di documentazione relativamente al progetto sul TPL e alla mancanza del progetto definitivo con la regione Lazio. Carenze sono state trovate anche sui progetti relativi al commercio, all’ambiente, all’urbanistica, all’edilizia e alle strutture in essere. Sul sito della Regione Lazio è disponibile anche il parere della Città Metropolitana, datato 24 gennaio, anch’esso negativo e superabile a talune condizioni:

In totale la Città Metropolitana chiede nuove opere per un totale di 13 milioni di euro. In serata il Campidoglio ribadisce che «Sul progetto definitivo dello stadio della Roma c’è la volontà ad andare avanti per analizzare il dossier. E’ stata chiesta proprio per questo motivo la proroga di trenta giorni della Conferenza dei Servizi», mentre fonti vicine al proponente contattate dall’agenzia di stampa AGI spiegano: «Il parere unico sul progetto Stadio della Roma – Tor di Valle, inviato in data odierna da Roma Capitale alla Regione Lazio, e’ un documento di natura amministrativa e non costituisce una posizione politica riguardo l’opera. Tale atto, sebbene sia scritto in maniera che ingenera dubbi, riporta solo minime richieste di modifica che i proponenti potranno adempiere facilmente, in modo da ottenere un parere favorevole e quindi procedere con l’approvazione del progetto. I proponenti conservano ancora la fiducia che le istituzioni coinvolte nel processo decisionale non vorranno lasciarsi sfuggire un’opportunità che prevede un investimento destinato alla città di Roma – concludono – che ammonta a oltre 1,6 miliardi di euro, fra i più grandi in corso in Europa».

Leggi sull’argomento: Stadio della Roma, perché la storia del rischio idrogeologico non sta in piedi