Politica

I concorsi ospedalieri aperti anche ai medici non specializzati?

ospedali in rosso 1

Il Fatto Quotidiano racconta che un emendamento al decreto Semplificazione presentato dalla maggioranza permette di partecipare ai concorsi per medicina e chirurgia chi ha lavorato per quattro anni in quei servizi in ospedale anche se non ha una specializzazione di nessun tipo:

UNA NORMA che permetta di partecipare al concorso di “Medicina e chirurgia d’accettazione e urgenza”a chi,tra il personale medico, abbia maturato almeno quattro anni di esperienza nei “servizi di emergenza – urgenza ”in ospedale. È quanto previsto da un emendamento al decreto Semplificazione. L’esperienza dovrà essere certificata da una documentazione che attesti il monte ore acquisito.

Si legge nel testo: “Il personale medico del Ssn che…ha maturato, negli ultimi dieci anni, almeno quattro anni di servizio, anche non continuativo, […] presso i servizi di emergenza-urgenza ospedalieri del Ssn, accede alle procedure concorsuali per la disciplina di Medicina e chirurgia d’accettazione e d’urgenza, ancorché non sia in possesso di alcuna specializzazione”.

giulia grillo prodotti celiaci celiachia 4

L’intenzione è “garantire la continuità nell’erogazione dei livelli essenziali di assistenza nel sistema di emergenza-urgenza” si legge. Per alcuni parlamentari, sarebbe una sanatoria. “Nei pronto soccorso italiani mancano circa 2000 medici. Sì quindi a stabilizzare colleghi con un’esperienza cospicua, ma si consenta loro l’iscrizione in sovrannumero alla scuola di specializzazione” ha detto Carlo Palermo, segretario Anaao Assomed.

Leggi sull’argomento: Il pasticciaccio brutto del governo sui farmaci orfani che mette nei guai i malati rari