Politica

Sondaggi, la Lega sopra il risultato delle Europee

sondaggi lega m5s forza italia pd

I sondaggi di Nando Pagnoncelli di Ipsos pubblicati oggi dal Corriere della Sera danno la Lega sopra il risultato delle elezioni europee e il Partito Democratico sotto di quasi due punti, mentre il MoVimento 5 Stelle è in crescita. In questa rilevazione Fratelli d’Italia è sotto Forza Italia mentre non è rilevato Italia Viva di Matteo Renzi. Il sondaggio concentra l’attenzione sul voto degli ultra65enni dopo l’uscita di Beppe Grillo sulla possibilità di togliere il voto agli anziani.

Ma come votano gli ultrasessantacinquenni? Se consideriamo le ultime elezioni europee, eliminando gli elettori di oltre 65 anni la graduatoria dei partiti non sarebbe cambiata, ma ne avrebbero guadagnato soprattutto Lega e M5s, mentre sarebbero stati penalizzati Pd e, in misura minore, Forza Italia e Fratelli d’Italia. Analizzando le intenzioni di voto più recenti, tra gli elettori meno giovani la Lega si colloca al primo posto con il 30,2% delle preferenze, seguita dal Pd con il 26,3% quindi, quasi appaiati, M5S (11,3%) e FdI (11,2%). A seguire Forza Italia (9,4%) e Italia viva (5,6%), entrambi con valori superiori tra gli anziani rispetto al dato complessivo.

sondaggi lega
I sondaggi di Nando Pagnoncelli per IPSOS (Corriere della Sera, 26 ottobre 2019)

Sull’intero elettorato i giovani da 18 a 34 anni risultano circa 9,3 milioni (pari al 19,9%), gli adulti da 35 a 54 anni sono 15,9 milioni (34,2%) e le persone dai 55 anni in su si attestano a 21,3 milioni (45,9%).

sondaggi ipsos
Il voto ai sedicenni (Corriere della Sera, 26 ottobre 2019)

Il campione è anche contrario a estendere il diritto di voto ai 16enni. Solo un italiano su quattro (26%) si dichiara d’accordo mentre il 64% è contrario. Il disaccordo prevale tra tutti gli elettorati, anche se tra dem (39%) e pentastellati (36%) il favore è più elevato. Ciò che colpisce, tuttavia, è l’opinione degli intervistati più giovani, dai 18 ai 34 anni: solo 27% favorevoli e 59% contrari.

Leggi anche: Cosa c’è dietro la foto “storica” dell’alleanza M5S-PD in Umbria