Tecnologia

Sigarette elettroniche: perché vengono vietate

sigarette elettroniche sigaretta elettronica

Negli Stati Uniti sono 450 i casi di gravi infezioni polmonari fra i fumatori di sigarette aromatizzate: già sette i morti. Ma i maggiori indiziati dei pericoli, in attesa di certezze, sono i liquidi “clandestini” acquistati illegalmente. Eppure due stati — il Michigan e da ieri New York — hanno però messo al bando tutti gli aromi, escludendo tabacco e mentolo, mentre il miliardario Michael Bloomberg ha deciso di investire 160 milioni di dollari in una campagna contro le e-cig, San Francisco ne ha vietato la vendita entro i suoi confini, Chicago si prepara a fare lo stesso. E questo, spiega oggi Repubblica, nonostante gli esperti della Food and Drug Administration, l’agenzia che approva i prodotti in commercio, un primo colpevole lo abbiano già identificato: “l’acetato di vitamina E, olio presente nei liquidi a base di cannabis, innocuo se ingerito ma devastante quando inalato. Ma solo alcuni dei pazienti finiti in ospedale usavano quell’essenza, e dunque la ricerca continua, soprattutto dopo lo studio sui topi del Baylor College of Medicine di Houston, Texas, che ha dimostrato come l’esposizione ai vapori di e-cig riduce le capacità immunitarie dei polmoni”.

sigarette elettroniche e-cig
Sigarette elettroniche, vantaggi e svantaggi (La Repubblica, 19 settembre 2019)

Il quotidiano pubblica però anche un’approfondimento in cui dice la sua: Moreno Paolini, tossicologo dell’università di Bologna, e Francesco Blasi, pneumologo dell’università e primario del Policlinico di Milano, ex presidente della Società Europea di Malattie Respiratorie.

«Abbiamo testato alcune sostanze delle sigarette elettroniche sui topi e abbiamo visto danni alle cellule del polmone, ma anche alla funzionalità degli spermatozoi».

Quali sono questi danni?
«Infiammazione delle cellule epiteliali che rivestono i bronchi e gli alveoli». «La distruzione delle cellule del polmone può causare un’infiammazione cronica. Per i tumori non abbiamo ancora dati certi, così come per la riduzione della capacità respiratoria. Le sigarette elettroniche sono un prodotto troppo recente per avere delle evidenze». I metalli pesanti sprigionati con il vapore sono un’altra fonte di irritazione, soprattutto per gli asmatici.

Ma i danni non sono inferiori rispetto alle sigarette normali?
«La concentrazione delle sostanze dannose – spiega Blasi – è sicuramente inferiore. Ma questo non basta a dire che le sigarette elettroniche siano innocue. La nicotina è una sostanza più potente dell’eroina, nel dare dipendenza». E per i ragazzi, avverte sempre il New England, non c’è nemmeno il disgusto legato alle prime sigarette. Anzi, l’abitudine è favorita da un aroma piacevole.

Leggi anche: Cinque soluzioni per Carige