La macchina del funky

Schäuble non si vuole candidare (vuole solo comandare)

Il ministro delle Finanze tedesco Wolfgang Schauble vorrebbe restare al governo anche dopo le elezioni del prossimo autunno in Germania, con un incarico di responsabilità. Lo dice lui stesso in un’intervista alla Bild, il cui contenuto è stato in parte anticipato oggi. “Non mi candiderò alle elezioni per il Bundestag per divertirmi per i prossimi quattro anni – ha detto il 74enne Schauble, ministro delle Finanze dal 2009 e già ministro degli Interni – Se lo si desidera, voglio continuare ad avere un incarico di responsabilità”.
schaeuble
Schaeuble ha detto pubblicamente che, se fosse italiano, voterebbe sì, perché Matteo Renzi “dà l’idea più di altri di poter fare le riforme” di cui l’Italia ha bisogno. Un’uscita che, tra l’altro, ha causato forti malumori nella delegazione italiana nel gruppo del Ppe nell’Europarlamento: l’eurodeputata Alessandra Mussolini, di Forza Italia (schierata per il No), ha lasciato il gruppo, in aperta polemica con lo “strapotere tedesco”. “Siamo sempre preparati”, ha detto invece venerdì una portavoce del ministero delle Finanze tedesco rispondendo alla domanda se il dicastero sia “preparato alle turbolenze” che si prevedono sui mercati dopo il referendum in Italia. “A questo proposito posso dare una risposta breve, di una frase: su situazioni di mercato in linea di principio non facciamo dichiarazioni né” le facciamo “su possibili altre future”, ha premesso la portavoce.

Leggi sull’argomento: Schäuble vota sì al referendum sulle riforme del 4 dicembre