Politica

Salvini e il delirio sui morti di COVID colpa del governo (ma il record è nella Lombardia governata dalla Lega) – VIDEO

“Le ricordo che il record del numero di morti in Italia ce l’ha la Regione Lombardia gestita da Fontana amico nonché leghista” dice Lilli Gruber. E a quel punto Salvini non sa più che dire. Proprio lui che aveva appena dato la responsabilità al governo dice che non può essere colpa della Lombardia

Per Salvini è stato “un anno e mezzo di disastri della “Premiata Ditta Conte, Renzi, Di Maio e Zingaretti”. Il leader della Lega da Lilli Gruber a Otto e mezzo prova ad addossare, come ha già fatto in passato per essere poi clamorosamente smentito ad esempio con l’RT sbagliato in Lombardia, la responsabilità del numero dei morti di COVID all’esecutivo giallorosso. Che è nato, ricordiamolo perché il “Capitano” ha deciso di innescare una crisi di governo in pieno agosto, dalle spiagge del Papeete, non per un colpo di mano di chissà chi. Eppure secondo Salvini se quell’estate fossimo andati a votare l’emergenza COVID sarebbe stata gestita meglio, perché il centrodestra avrebbe vinto e avrebbe governato. Ci sarebbero stati meno morti? Non si discute sui se, ma un fatto è che Salvini nell’estate 2020 non si è certo prodigato per evitare assembramenti e promuovere con convizione l’uso della mascherina, tanto per dirne un paio. Anzi, come gli fa notare Lilli Gruber con quello che diceva oggi staremmo messi probabilmente anche peggio .

 

salvini otto e mezzo morti covid video

 

“Sulla pandemia non si fa politica” spiega alla conduttrice Salvini per poi fare esattamente il contrario e aggiungere: “Però l’Italia è tra i grandi paesi al mondo quello con più morti e con più disoccupati”. La Gruber interrompe subito il “frullatore” che il “Capitano” sta già mettendo in azione: “Le ricordo che il record del numero di morti in Italia ce l’ha la Regione Lombardia gestita da Fontana amico nonché leghista”. E a quel punto Salvini non sa più che dire. Proprio lui che aveva appena dato la responsabilità al governo dice che non può essere colpa della Lombardia: seguono i rituali ringraziamenti al governatore della regione, ai sindaci e via cantando. La cosa triste è che tra chi ha guardato la trasmissione c’erano tanti, tantissimi che hanno vissuto sulla propria pelle la tragedia del Coronavirus. E che un morto ce l’hanno in famiglia. Chissà cosa hanno pensato di chi ci fa sopra un teatrino in televisione.