Opinioni

Salvini spiega perché è scappato dalle sardine a Modena: «Pioveva»

Matteo Salvini doveva essere a Modena alle ore 18 in via Gallucci, in un appuntamento “informale, dunque, che non prevede un luogo specifico per un comizio, che verosimilmente sarà improvvisato in strada, puntando anche sul riciamo della movida che ruota attorno ai pub della via” mentre la piazza delle Sardine era convocata per le 19. Ieri il suo programma è poi improvvisamente (?) cambiato e il Capitano si è fatto vedere in città soltanto alle 20,30, mentre le Sardine contro Salvini riempivano Piazza Grande con 7000 persone al grido di Modena non si Lega. Ma quindi Salvini è scappato? Lui alla Stampa oggi ha detto di no:

Salvini? Doveva passare da Modena, farsi “una vasca”, nella lingua locale una passeggiata, in via Gallucci, rinomata per l’alta concentrazione di bar (chiosa di un piddino anonimo: «Così darà un giudizio sulla qualità dei mojito). Invece è andato prima a Carpi a visitare un’azienda e poi a Modena a una cena di militanti. Meglio schivare le Sardine, segretario? «Ma no, pioveva, io vado nelle fabbriche dalla gente che lavora. Benissimo manifestare, ma non ho ancora sentito le scuse di quella che mi vuole a testa in giù».

salvini modena

Però queste piazze piene sono la vera novità della campagna… «Loro sono contro, sempre anti, io preferisco chi lavora per». Poi ruba una battuta a Guareschi, «gratta la sardina e trovi la piddina. Ma sono contento: sono la prova dell’esistenza in vita della sinistra, qui dove tutti quelli del Pd sembrano vergognarsi di farne parte». Insomma, crede che vincerà? «Io dico di sì. Sento un’aria buona. Proprio come in Umbria».

Insomma, Salvini è scappato dalle Sardine a Modena perché poteva andar peggio:

Leggi anche: Ops: Salvini cambia programma a Modena per non incrociare le Sardine