La macchina del funky

Salvini: «M5S, intesa possibile dopo il voto»

matteo salvini m5s

Matteo Salvini torna a ipotizzare un’alleanza con il MoVimento 5 Stelle dopo il voto alle elezioni politiche. Il leader della Lega ne parla in un’intervista con Carmelo Lopapa di Repubblica:

«A differenza di Berlusconi io non penso che i Cinque stelle siano un’accozzaglia di disoccupati, disperati, depravati, che siano il male assoluto. Sono interlocutori con i quali si può discutere».
Discutere al punto da poter costruire con loro un’intesa, magari una maggioranza dopo il voto, Matteo Salvini?
«Un dialogo su alcuni punti, su certi temi importanti è possibile: l’onestà in politica, l’immigrazione, una certa visione dell’Europa, la sicurezza, il taglio dei vitalizi e delle pensioni d’oro. E non è poca cosa. Cambiano idea di frequente, eh. Però ci si può ragionare, ecco. Vedremo. Vedremo quel che succederà, intanto votiamo, prima possibile».


Salvini parla anche del prossimo candidato del centrodestra unito alle elezioni:

Dopo Calenda anche Marchionne ha risposto “no grazie” all’offerta del Cavaliere. Quando finirà? Quando vi metterete d’accordo su chi guiderà il centrodestra al voto?
«Chiedetelo a lui: sono tutti nomi suoi. Io non ne ho fatto uno. Sembra un allenatore che pensa a costruire una squadra puntando solo sul centravanti. Chieda a Trapattoni, non funziona così».
Anche perché quel centravanti secondo voi c’è, ed è Salvini.
«Io l’ho detto da tempo, prima della vittoria alle regionali e alle comunali. Siamo cresciuti, amministriamo centinaia di Comuni, non solo al Nord, siamo pronti. Io mi sento pronto, perché il progetto c’è e la squadra dietro è altrettanto forte, funziona».