Cultura e scienze

Salvini contro la Isoardi e il complotto di Sanremo

elisa isoardi mahmood

La RAI TV sarà contenta: mentre manda in archivio il Festival di Sanremo con la polemica sul televoto, uno dei maggiori azionisti dell’esecutivo che ne decide la governance dice che c’erano interessi economici dietro la vittoria di Mahmood, ieri contestato anche da Maria Giovanna Maglie:

«Soldi» mette allegria. Lei ha detto che non rappresenta la canzone italiana. Perché la scimmia che balla la rappresentava?
«A me non dispiaceva, certo non era canzone d’autore. Oggi leggevo i commenti della gente, al 90% erano perplessi. Non vorrei ci fossero dietro altri interessi economici, qui si smuovono milioni. Da fan di Baglioni mi piacerebbe che l’anno prossimo ci fosse maggiore trasparenza. Fossi in Ultimo l’avrei presa malissimo…».

Infatti, a differenza dei ragazzi del Volo, l’ha presa malissimo ed è stato un brutto spettacolo. Livoroso, cupo, aggressivo non si è neanche congratulato con il vincitore.
«Ma io lo capisco, finisce con l’amaro in bocca, un rigore al novantesimo. E mi dispiace perché una marea di gente scrive che l’han fatto per fare un dispetto a me. E questo non va bene. Ma Ultimo andrà benissimo è molto scaricato, ripeto la vera vittima è Mahmood etichettato come il cantante degli sbarchi. Qui sta lo specchio del Paese, nella contrapposizione popolo-élite».

Poi, non contento, il Capitano se la prende anche con l’ex fidanzata, colpevole di aver twittato la sua soddisfazione per la vittoria del cantante:

Mi sembra azzardato il rimando. Affrontiamo invece un altro scontro. Elisa Isoardi la sua ex fidanzata ha postato così: «Mahmood ha vinto. La dimostrazione che l’incontro tra culture differenti genera bellezza». Come la legge?
«Non commento. Ho 46 anni e non commento. Che questo ragazzo, per il quale mi sono sentito in torto tanto da chiamarlo sia stato usato dalla sinistra, ci sta. Chi mi conosce potrebbe osservare un rispettoso silenzio».

Il Capitano è comprensibile: secondo Salvini Elisa non avrebbe dovuto azzardarsi a dire la sua in un paese in cui ci sono un sacco di camicie da stirare e tanti letti da rifare. Dal vostro inviato nelle caverne di Neanderthal è tutto!

Leggi anche: Rimborsi ai truffati: perché Di Maio e Salvini sono stati contestati a Vicenza