Opinioni

Roberta Cocco: i mille euro di multa per l'assessora di Sala

L’Autorità nazionale anti-corruzione (Anac) ha comminato una sanzione di mille euro all’assessore milanese alla Trasformazione digitale, Roberta Cocco, per non aver reso pubblica la propria dichiarazione dei redditi entro 90 giorni dalla nomina che risale al giugno scorso. Dopo mesi di resistenze, in seguito al ‘richiamo’ dell’Anac, Cocco – manager in aspettativa non retribuita da Microsoft – aveva poi pubblicato il suo modello 730 il 17 febbraio. L’assessore avrà ora 60 giorni di tempo per pagare la sanzione e 30 giorni per presentare controdeduzioni o chiedere un’audizione in consiglio.
roberta cocco
All’assessora milanese è contestato di aver violato il ‘decreto trasparenza’ che prevede proprio, la pubblicazione della dichiarazione dei redditi entro 90 giorni dalla nomina. In questo caso Cocco la pubblicò invece dopo 5 mesi. Il pagamento della sanzione deve quindi avvenire entro 60 giorni. L’assessore però può ‘opporsi’ presentando contro deduzioni o chiedere l’audizione in consiglio all’Anac entro 30 giorni.