Politica

Renzi che bacia la pantofola al principe ereditario saudita (VIDEO)

Dopo aver innescato la crisi di governo in nome della democrazia, il leader di Italia Viva si inchina al regime di re Salman.

renzi, arabia

“Vostra altezza, grazie, sono onorato di essere qui con voi a parlare di Rinascimento.” Comincia così il video in cui Matteo Renzi, in un inglese non esattamente oxfordiano, bacia la pantofola al principe ereditario saudita Mohammad bin Salman, figlio del Re Salman.

Poco più di una settimana fa Renzi ha ritirato dal governo due ministre e un sottosegretario, lasciando sostanzialmente zoppo l’esecutivo. Tanto che, pochi giorni dopo il presidente del Consiglio avrebbe rassegnato le dimissioni nelle mani del Presidente della Repubblica. E a chi lo attaccava dicendo che non si crea instabilità politica durante una pandemia, lui rispondeva: “La democrazia non si ferma col virus”. Tutto liscio, o quasi. Almeno fino a che non si scopre che il leader di Italia Viva aveva già le valigie pronte per partecipare a una serie di incontri a Riad, in Arabia Saudita.

Come rivelato dal quotidiano Domani Matteo Renzi doveva partecipare come speaker a una conferenza organizzata dal FII Institute, in cui lui ora – lo rivela sempre il quotidiano di De Benedetti – siede nell’advisory board. Il FII Institute è un organismo controllato dal fondo saudita, che fa capo proprio al re Bin Salman. Famoso per essere tutt’altro che democratico, sovrano di una monarchia assoluta, i cui modus operandi sono alquanto discutibili, come i trattamenti inumani verso i prigionieri, quello che viene riservato alle donne e a chi mette i bastoni tra le ruote al regime. Un nome si ricorda su tutti: il giornalista del Washington Post Jamal Khashoggi.

Eppure il senatore Renzi, che in nome della democrazia ha fatto cadere un governo (ricordiamo: “Il virus non fermala democrazia”), non si fa scrupoli a inchinarsi a quella dittatura. Nel video si vede infatti l’ex presidente del Consiglio che ringrazia il figlio del re Salman, il principe ereditario. Si dice onorato di essere lì, in quel luogo a parlare con lui di Rinascimento, e conclude il saluto con un reverenziale: “Vostra altezza, grazie”. E poi: “È un grande piacere e un grande onore essere qui con il grande principe Mohammad bin Salman. Per me è un privilegio poter parlare con te di Rinascimento”.