Economia

Quanto ci costano i giochini di Salvini con lo spread

pil spread 1

I giochini di Salvini con lo spread potrebbero costarci fino a nove miliardi in più di interessi sui titoli di stato e 100 miliardi di perdite ulteriori per le famiglie. Il conto è del Messaggero, che oggi spiega come si possa arrivare a contare quasi 100 miliardi di ricchezza degli italiani teoricamente sfumata anche a suon di annunci. Danni pesanti per i mercati e i risparmiatori, ma anche per i cittadini che dalle banche così sensibili allo spread devono avere prestiti. Senza contare la spesa per interessi su un debito di quasi 2.360 miliardi.

Dal voto di marzo 2018, la ricchezza degli italiani, fatta di titoli di Stato, azioni e obbligazioni, risulta ancora in rosso di almeno 90 miliardi stando alla fotografia della Fondazione Hume fino al 3 maggio scorso quando Trump ha fatto scattare nuove minacce con tanto di escalation nella guerra commerciale. Da allora la Borsa ha perso un altro 5% circa e lo spread ha guadagnato oltre 30 punti in una manciata di giorni facendo avvicinare il conto a 100 miliardi.

Non solo. A fine 2018 Bankitalia aveva calcolato 5 miliardi di interessi in più nel 2019 per l’effetto spread, ma aveva anche immaginato fino a 9 miliardi in più di spesa fino al 2020 con i tassi oltre quota 300.

salvini spread 2
Lo spread (Il Messaggero, 16 maggio 2019)

L’ultimo rapporto sulla stabilità finanziaria di Bankitalia pubblicato proprio il 3 maggio scorso (con lo spread a 250 punti) immaginava interessi in più per circa 4 miliardi tra 2019 e il 2020. Una consolazione durata poco, ammesso che lo sia, visto che da allora lo scarto tra Roma e Berlino è volato fino a toccare un massimo di 293 punti ieri prima di chiudere a quota 284,5.

Leggi anche: Matteo Salvini torna a giocare con lo spread