Sport

Parma-Bologna oggi si gioca?

Per scendere in campo stasera in casa col Bologna il Parma farà stamattina i test del tampone, come da protocollo del Cts

parma bologna si gioca

Parma-Bologna oggi si gioca? Un caso di positività al Covid-19 è stato evidenziato dagli esami in casa Parma Calcio. È stato lo stesso club a comunicarlo sul proprio sito ufficiale, spiegando che si tratta di un “membro (non calciatore) del gruppo squadra”, completamente asintomatico e prontamente isolato secondo le direttive federali e ministeriali. Tutti gli altri sono invece risultati negativi e hanno iniziato l’isolamento nel centro sportivo, ma “potranno continuare regolarmente l’attività, costantemente monitorati secondo il protocollo vigente”. Alla ripresa degli allenamenti dopo il lockdown erano infatti risultati positivi ad uno dei due tamponi effettuati due giocatori della rosa di Roberto D’Aversa. I due tesserati avevano regolarmente osservato la quarantena e, dopo nuovi test erano rientrati regolarmente in gruppo perché divenuti completamente negativi. Fra i due casi e quello riscontato oggi non ci sarebbe quindi alcuna correlazione. Enrico Currò su Repubblica spiega oggi che così il campionato è appeso ai cosiddetti tamponi rapidi, non ancora validati.

Per scendere in campo stasera in casa col Bologna, il Parma li farà stamattina, come da protocollo del Cts, «per ottenere i risultati entro 4 ore». Il sistema sanitario emiliano lo permette. Ma non è così in tutte le regioni, soprattutto di domenica e in trasferta. Il protocollo non chiarisce nemmeno il limite numerico degli eventuali contagi per la sospensione della partita – se fosse un solo calciatore, verrebbe isolato, ma se fossero di più? – né a chi e in quali tempi spetti la decisione: alla Lega di serie A? E il Parma andrà in quarantena per 14 giorni, uscendone per giocare?

«È statisticamente impossibile che nessuno, sul migliaio di componenti dei 20 gruppi squadra, risulti positivo fino a fine stagione». Fu unanime la profezia dei medici sulla ripartenza, avvenuta giusto un mese fa con Juventus-Milan di Coppa Italia. Il protocollo alla tedesca mirava a scongiurare il rischio stop: il positivo viene isolato, la squadra continua ad allenarsi e a giocare. Il Parma ha annunciato «il caso di positività, completamente asintomatico». Dopo il lockdown, erano risultati positivi due giocatori, poi negativizzati. Isolato il positivo, ogni calciatore è rimasto nella sua stanza: cena in monoporzioni, nessun contatto esterno. Il Parma mercoledì aveva giocato con la Roma (nessun caso di Covid 19): secondo indiscrezioni il tesserato positivo sarebbe recidivo, a conferma delle incognite sul virus.

Quanto al modello tedesco, i 3 casi di positività alla Dinamo Dresda in Bundesliga 2 avevano portato a 14 giorni di quarantena per l’intera squadra. Ma era prima della ripresa del campionato, come nell’unico precedente italiano in B (Felicioli del Venezia), in quel caso senza quarantena collettiva.

Leggi anche: Il video di Gasperini che litiga con il tifoso del Napoli e dell’insulto “Terrone”