Opinioni

Paola Taverna all’Accademia dei Lincei

Il Fatto Quotidiano ci racconta che oggi la senatrice Paola Taverna, vicepresidente del Senato, rappresenterà, oggi a mezzogiorno, Palazzo Madama all’adunanza solenne dell’Accademia nazionale dei Lincei, in chiusura dell’anno accademico.

Da una parte ci sarà lei, famosa peri suoi discorsi senza fronzoli, urlati fieramente, con termini in “romanaccio”.Lei che nel 2014 diceva: “Mi scuso se sono poco onorevole,ma sono fatta così, è il cittadino che viene fuori e dice le cose che pensa”. Dall’altra, ci saranno gli esimi studiosi di una delle istituzioni scientifiche più antiche d’Europa, fondata nel 1603 da Federico Cesi, presieduta in passato da matematici, storici, linguisti, scienziati e fisici, del calibro di Pasquale Villari e Beniamino Segre.

E che ebbe un certo Galileo Galilei come uno dei suoi primi soci. Come una legge del contrappasso, la pasionaria dei Cinque Stelle sarà la rappresentante istituzionale del Senato, nell’incontro con la massima istituzione culturale italiana. Sperando che questa volta non si metta a urlare all’improvviso: “Voi siete gnente”.

Sarà una scena fantastica.

Leggi sull’argomento: Paola Taverna, una storia italiana