Fact checking

«Il MoVimento 5 Stelle come Syriza e Podemos»

«Con Syriza e Podemos non dico che siamo uguali, perché ogni Paese è diverso, ma simili sì, e il fronte comune deve formarsi tra gli euroscettici». Non è la prima volta che il deputato del MoVimento 5 Stelle Alessandro Di Battista cade in una serie di equivoci riguardo le somiglianze tra i grillini ed altre forze politiche. Nell’intervista rilasciata a L’Espresso, però, gli equivoci cominciano a essere un po’ troppi. «Il nostro programma e quello di Syriza per le europee erano pressoché identici», ha spiegato Di Battista, aggiungendo: «Syriza deve cercare i movimenti euroscettici, di destra e di sinistra, e deve aumentare così il suo potere contrattuale». L’esponente del Movimento di Grillo mette inoltre in guardia il presidente del Consiglio greco: «Quella tra Matteo Renzi e Alexis Tsipras è un`alleanza impossibile, a  Tsipras dico stai attento a Renzi. È un consiglio non richiesto, ma posso assicurargli che lo dico a ragion veduta, perché noi purtroppo conosciamo Renzi meglio di lui, che l`ha visto un paio di volte. Mi rendo conto che Renzi è un suo interlocutore istituzionale, e che non poteva non incontrarlo, ma Renzi è la troika che Tsipras vuole combattere, è Angela Merkel. Renzi è il memorandum».
 
MOVIMENTO 5 STELLE COME SYRIZA E PODEMOS?
Al netto delle somiglianze sui programmi per le elezioni europee, però, che i tre partiti siano simili è una tesi un po’ – diciamo così – originale. In un editoriale pubblicato nel novembre scorso a firma di Wolfgang Munchau il Financial Times spiegò infatti, con un gioco di parole molto divertente, che Radical Left is right about Europe’s debt, segnalando che i partiti come Syriza e Podemos (insieme a Die Linke in Germania) ) propongono all’incirca ciò che il “consenso” tra gli economisti suggerisce per risolvere la crisi dell’area euro senza spaccarla, ovvero grandi investimenti pubblici e una ristrutturazione controllata dei debiti. Anche se non foste dei sostenitori della sinistra, argomentava Münchau, avreste poca scelta. Difatti i partiti del centro-sinistra supportano queste proposte solo quando sono all’opposizione, per poi dimenticarle del tutto una volta al governo, come ha fattoFrançois Hollande, arrivando a sostenere la visione antikeynesiana secondo la quale “l’offerta crea la sua domanda”. Anche se i partiti della sinistra radicale sono ancora giovani e la loro agenda è ancora in fase di formazione, sembrano gli unici ad avere una proposta complessiva vicina a quella degli economisti, scriveva il FT. Secondo Münchau, invece, partiti come i 5 stelle in Italia e il Fronte Nazionale in Francia sono per davvero radicali, poiché propongono l’uscita dall’euro in prima istanza, come del resto Alternativa per la Germania. E poi c’è L’UKIP, nemico dell’Unione Europea e infatti alleato dei grillini al Parlamento europeo. In Italia, sulla posizione dei grillini ci sono Lega Nord, Fratelli d’Italia e Casapound.

partiti antisistema europa
L’infografica del Sole 24 Ore sui partiti antisistema in Europa

E LE POLITICHE SUGLI STRANIERI?
In più, pare francamente difficile immaginare cosa abbiano da dirsi Podemos e Syriza con il MoVimento 5 Stelle che lancia l’allarme polio per gli sbarchi degli immigrati, la storia del reato di clandestinità, le boutade del tipo “Io sono oltre Hitler” e così via. Senza contare che Marine Le Pen, dopo aver esultato per la vittoria di Tsipras, ha chiarito ieri che il Front National non è d’accordo con la richiesta di ridiscussione del debito greco che arriva da Syriza e oggi è al centro del dibattito europeo.  L’impressione generale è che Di Battista utilizzi due movimenti che hanno un’immagine con tratti simili a quelli dei grillini per intestarsi i successi elettorali arrivati e quelli magari prossimi (Podemos), visto che la realtà per i grillini è quella che è, e persino i sondaggi che li davano di nuovo in crescita dopo Mafia Capitale hanno cambiato verso (cit.). Di certo Renzi è lontano anni luce da Syriza. Ma il MoVimento 5 Stelle da tempo ormai viaggia in direzione ostinata e contraria (cit.) rispetto a spagnoli e greci.