Opinioni

Mezzo coccodrillo e mezzo bufalo? No, tutta una bufala

Non mi dite che non avete notato anche voi oggi il mostruoso essere metà bufalo e metà coccodrillo, o forse metà vitello e metà coccodrillo, che ha fatto impazzire l’internet. Prima di rimbalzare su Repubblica e altrove, la notizia del ritrovamento del “mostro” è partita da High Rock, Wanghin, in Thailandia, è passata per il Daily Mail (garanzia di qualità) prima di trovare le sue comode sponde sui luoghi italiani.

mezzo coccodrillo mezzo bufalo repubblica 1
L’articolo sul mezzo coccodrillo e mezzo bufalo su Repubblica

Particolarmente amena la descrizione del quotidiano italiano:

Gli abitanti del villaggio di High Rock, Wanghin in Thailandia devono essere rimasti davvero stupiti, ma anche spaventati, dopo aver scoperto questa creatura bizzarra. L’animale, infatti è una sorta di ibrido. Nelle fotografie diffuse dai media locali, si vede l’animale disteso su un tavolo: la pelle squamosa e la testa allungata lo farebbero assomigliare a un coccodrillo, ma la sua conformazione è inequivocabilmente quella di una mucca. Superato l’iniziale timore la gente ha acceso incensi e candele intorno a lui sperando che la sua nascita possa essere di buon auspicio e portare prosperità al villaggio


Ora, è altamente probabile che l’essere in questione sia un ibrido; come sapete, ne nascono ovunque: dagli unicorni (ibrido tra cavalli e corni) agli uomini coccodrillo, dall’uomo tigre (che, notoriamente, lotta contro il male) alla zanzara tigre fino ai famosissimi gatti-conigli. Quindi è sicuramente un ibrido tra due creature e quando alle elementari vi insegnano che specie diverse non possono accoppiarsi STANNO MENTENDO!1!. Ma qui vorremmo invitare a non trascurare la pur trascurabile ipotesi che si tratti di un semplice caso di ittiosi. Un veterinario ci spiega: «Sì, ad occhio sembrerebbe proprio ittiosi. Sono eventi impressionanti e rari, ma dovrebbe essere ittiosi associata a morte perinatale. il suo nome accademico “ufficiale” è ipercheratosi fetale, se preferisci». Ci sono altre malattie che si possono associare? «La pachidermia è un quadro simile che si manifesta negli animali già più grandi per dermatiti croniche, l’elefantiasi è altra dermatite con ispessimento del tegumento, ma dovuta a fattori parassitari che affliggono il sistema linfatico. Ma dovrebbe trattarsi di ittiosi». L’ipercheratosi è la stessa malattia che compare nei soggetti adulti. L’ipercheratosi congenita è invece tipica dei vitelli e dei bufalotti, ma anche di altre specie. Qui potete trovare un’immagine che illustra un’ittiosi congenita, su Flickr ne è presente un’altra:
metà bufalo metà coccodrillo ittiosi
Maledizione Internet, non è un uomo mezzo bufalo e mezzo coccodrillo, anche se gli somigliava parecchio!

Mezzo coccodrillo e mezzo bufalo: alcuni giornali che hanno riportato la notizia