Politica

Sorpresa! La metro a Spagna non risorge neanche a Pasqua

metro spagna linda meleo

Linda Meleo, assessora alla Roma Immobile, una settimana fa ad Unomattina prometteva: “Posso già dirvi ad esempio che la stazione metro di Spagna, per chi conosce la città, sarà riaperta nei prossimi giorni, ovvero entro la settimana, e la stazione di Repubblica sarà riaperta la settimana prossima, quindi prima di Pasqua“. Era il 10 aprile 2019, un mercoledì. La settimana è passata, la metro non ha riaperto né a Spagna né a Repubblica.

E per quanto riguarda Repubblica, spiega oggi Repubblica Roma, bisognerà attendere almeno un’altra settimana:

I controlli preliminari di ieri, in attesa di quelli del ministero dei Trasporti, si sono risolti in un nulla di fatto. I tecnici di Otis, l’azienda produttrice degli impianti chiamati dall’azienda di via Prenestina per uscire dall’emergenza, hanno consegnato il loro patentino di agibilità per quattro scale mobili.

Ma il responsabile d’esercizio, peraltro dimissionario, a sorpresa ha posto un’altra volta il suo veto. Nessun via libera, Spagna resterà impraticabile per le feste. Addio, quindi, alla possibile riapertura auspicata dal managemente di Atac nella commissione Trasporti di lunedì mattina.

Oltre il danno, la beffa. Come detto, i vertici della municipalizzata sono imbufaliti. Nella loro relazione, gli ingegneri di Otis scrivono di «scale sicure» e «verifiche superate con successo».

Salvo aggiungere che nei prossimi 45 giorni ci potranno ancora essere «attività per garantire la piena funzionalità» degli impianti. Dettagli, ulteriori limature che per il responsabile d’esercizio sono invece diventate fondamentali. Il motivo per dire ancora una volta «no» alla riapertura della stazione di Spagna, chiusa per motivi precauzionali dopo lo stop imposto dalla procura a Barberini.

Leggi anche: La luna piatta di Virginia Raggi è Roma