Politica

Meloni contestata a Caserta e lei parla di cospirazione: "Qualcuno vuole l'incidente" | VIDEO

@Enzo Boldi|

meloni contestata a caserta video 1

Alcuni cori, fischi e cartelli per dire no all’idea di Italia offerta dal pacchetto elettorale del centrodestra. Nessun episodio di violenza, nessuno scontro. Eppure a Giorgia Meloni, che è stata contestata anche a Caserta, tutto ciò non piace e dal palco del suo comizio nella cittadina campana prima chiede ai suoi sostenitori giunti in piazza Margherita di ignorare e non rispondere ai contestatori e poi se la prende con Luciana Lamorgese, la ministra dell’Interno.

Meloni contestata a Caserta lancia teorie del complotto

Nel corso dell’evento elettorale di Caserta, alcune persone si sono presentate in piazza brandendo alcuni cartelli e fischiando le parole della leader di Fratelli d’Italia che ha risposto così.

“Stanno cercando questo. La sinistra vuole questo. Vuole che ci siano degli incidenti e dire che noi siamo dei provocatori. Lasciamoli stare, per me possono strillare quanto vogliono. Non me li filo per niente. Non li guardiamo, se voi vi girate hanno ottenuto il loro risultato. Se voi fate come me che non ve li filate… poi stasera richiederò al ministro Lamorgese che evidentemente non sa fare il suo lavoro. Perché le altre volte si poteva parlare di incompetenza, ma ora penso sia una cosa fatta apposta. Si sta cercando l’incidente”.

Da questa narrazione sembra che in piazza Margherita siano accaduti fatti inenarrabili. In realtà si è trattato di una contestazione pacifica (sicuramente non silenziosa) fatta più che altro di cartelli ironici.

Nulla di trascendentale e nessuno scontro con le forze dell’ordine, come invece accaduto a inizio settembre in quel di Cagliari. Eppure, dal palco, una Giorgia Meloni contestata a Caserta cerca di creare lo scandalo.

(Foto IPP/ACGE/Alfonso Cannavacciuolo)