Fatti

Matteo Renzi risponde a Roberto Speranza

matteo renzi roberto speranza

“A me sembra che su questo tema si debba essere molto chiari, si potrebbe dire ‘ma come dopo tutto quello che ci avete detto come si fa a dialogare’, ‘dopo che avete definito Renzi il male assoluto…’. Se è una apertura seria allora discutiamo di cose concrete”. Lo dice il segretario del Pd Matteo Renzi, ospite di Lucia Annunziata a ‘1/2h in più’ su Raitre, rispondendo all’appello di Roberto Speranza nell’intervista rilasciata dall’esponente di MDP a Repubblica.

Matteo Renzi risponde a Speranza

“Sulla legge elettorale abbiamo fatto un accordo tra tanti partiti, alla luce di questo penso che rimettere in discussione la legge elettorale sia difficile, sembra il tentativo di ripartire da capo”, ha aggiunto il segretario del Pd sottolineando: “C’è un dovere di responsabilità da parte di tutti, ricominciare sulla legge elettorale significa non farne niente. Ciò detto, noi siamo pronti a incontrare chiunque”. Le cose concrete che indica Renzi sono il “taglio delle tasse”, la conferma degli 80 euro, gli interventi nel settore sociosanitario. Tornando alla legge elettorale, le preferenze chieste da Speranza “stavano nell’Italicum e non ci sono più nel Rosatellum. Ma c’è stato un accordo tra tanti partiti e rimettere in discussione la legge elettorale oggi mi sembra molto difficile, perché sembra quasi il tentativo di far ripartire tutto da capo. Ricominciare da capo sulla legge elettorale significherebbe non fare più niente”.
roberto speranza matteo renzi enrico letta
Oggi Pierluigi Bersani era tornato a parlare dopo l’intervista del deputato di MDP: «Speranza ha preso una iniziativa importante e ha fatto una proposta seria. C’è da augurarsi che le risposte siano serie e non arroganti e propagandistiche. Sarebbe un punto di non ritorno». In mattinata anche Rosato aveva chiuso a eventuali modifiche sulla legge elettorale, anzi aveva chiesto a MDP di votare il Rosatellum.