Politica

«Massimo Casanova: mr. Papeete vuole fare il governatore della Puglia»

Cosa c’entra con la Puglia il re dell’aperitivo in Riviera romagnola? Mr Papeete è titolare anche di una grande tenuta nel Gargano (finita sotto indagine della guardia di finanza), dove peraltro è stata cementata la sua amicizia con Salvini, ospite abituale

salvini papeete

Il Fatto Quotidiano racconta oggi in un articolo a firma di Tommaso Rodano che Massimo Casanova, comproprietario del Papeete e parlamentare europeo con la Lega di Matteo Salvini,  è convinto che sarà lui il candidato delle destre alle Regionali in Puglia. “Con un uomo della Lega è fatta anche lì, vinciamo facile –ha detto a Repubblica–. Il nome lo sceglie Matteo. Io o un altro leghista battiamo Emiliano”.

Cosa c’entra con la Puglia il re dell’aperitivo in Riviera romagnola? Mr Papeete è titolare anche di una grande tenuta nel Gargano (finita sotto indagine della guardia di finanza), dove peraltro è stata cementata la sua amicizia con Salvini, ospite abituale. Casanova prima si sdoppiava tra la vita in Romagna e la residenza in Puglia, poi è arrivata la carica a Strasburgo, ora punta pure alla Regione. Già ha sbaragliato i fragili equilibri della Lega locale, entrando in conflitto con l’ex responsabile del Carroccio pugliese Andrea Caroppo (pure lui eletto all’Europarlamento).

massimo casanova

Il problema è che la scelta della candidatura in Puglia spetta a Fratelli d’Italia, che ha puntato su Raffaele Fitto:

Nel quadro dell’accordo trovato da Salvini con Giorgia Meloni e Silvio Berlusconi, infatti, la scelta del candidato pugliese spetta a Fratelli d’Italia. Il nome è stato definito, ma Casanova (eSalvini) hanno altri piani. Mr Papeete l’ha detto senza veli, facendosi una bella risata: “Con Fitto non si vince, con me o un altro leghista sì”. Dal partito di Giorgia Meloni si percepisce un certo, inevitabile fastidio: “Non crediamo che Salvini voglia venir meno alla parola data”, è il commento di una fonte di Fratelli d’Italia.

Leggi anche: Marinella Brambilla ritorna da Berlusconi