Fact checking

Marco Arturo: il bambino che trolla gli anti-vaccinisti

marco arturo vaccini - 3

Marco Arturo è un ragazzino di dodici anni che è diventato improvvisamente famoso grazie ad un video in cui simpaticamente trolla tutti coloro che credono che i vaccini causino l’autismo o che facciano parte di una cospirazione delle case farmaceutiche per produrre più malati. Al contrario di quelli di molti debunker non si tratta di un video pieno di dati e cifre e link a pubmed. Semplicemente perché Marco Arturo espone le evidenze scientifiche che dimostrano che i vaccini causano autismo.

Un video più virale dell’influenza (cit.)

E dal momento che di prove non ce ne sono nella cartelletta di Marco, dove sono raccolte tutte le prove scientifiche fin’ora portate per dimostrare la pericolosità dei vaccini, ci sono solo foglio bianchi. Tanti fogli bianchi.

marco arturo vaccini - 1
(credits: buzzfeed.com)

Il video pro-vaccini di Marco è diventato virale e gli antivaccinisti sono corsi ai ripari cercando di scoprire chi si nasconda dietro questo messicano di 12 anni con una passione per le lucertole (sarà mica rettiliano?). Nei vari siti di coloro che credono al complotto di Big Pharma si sono dati un gran da fare non tanto per rispondere alle argomentazioni di Marco, o per presentare prove scientifiche e documenti che dimostrino che i vaccini causano l’autismo ma per screditare un bambino. Il che la dice lunga sul livello del dibattito. Se il problema degli anti-vaccinisti è cercare di dimostrare che un bambino è manipolato dai poteri forti (o dai genitori in cerca di fama) significa che non hanno molti altri argomenti da usare.
marco arturo vaccini - 2
Per un po’ Marco si è pure divertito a rispondere a tutti coloro – e sono tanti – che lo accusavano di non essere stato onesto nel suo video, di non aver studiato abbastanza l’argomento e, soprattutto, di non essere un medico. Divertente, visto che le fonti degli anti-vaccinisti non sono medici e non sono immunologi ma gente come Jenny McCarthy, Beppe Grillo o un medico radiato dall’albo per aver pubblicato una ricerca palesemente falsa. Alcuni commenti di Marco sono diventati famosi su tutta l’Internet e sono oggetto di studio nelle segrete stanze delle sedi delle case farmaceutiche.

L’arma finale di Big Pharma: un dodicenne

Ma a parte gli scherzi ci sono davvero anti-vaccinisti che credono che dare addosso ad un dodicenne per dimostrare che, in quanto dodicenne, non ha voce in capitolo sui vaccini sia una delle strade migliori per dimostrare la correlazione vaccini e autismo. La tesi di fondo è che Marco è pagato dalle case farmaceutiche, anzi: Marco Arturo non esiste davvero, quello che vediamo è un attore che recita su un copione scritto per lui da altri. E gli altri sono i soliti noti che vogliono tenerci ben nascosto il segreto dei pericolosi effetti negativi per la salute delle vaccinazioni in età pediatrica. Il problema qui non è più scientifico o medico, il problema qui è la paranoia e l’eccessivo ricorso ad un certo tipo di ragionamento che evidenza la mancanza di abitudine a discernere i fatti scientifici (ad esempio le prove che dimostrano che i vaccini non causano autismo) dalle opinioni di quelli che credono che un post su un blog valga tanto quanto uno studio scientifico. Il video di Marco fa sorridere, è ironico, è un vero pezzo di talento comico ma non è uno studio scientifico.
marco arturo scie chimiche - 2
Accanirsi contro quello che dice – e soprattutto contro di lui – è la dimostrazione che per gli anti-vaccinisti un video del genere va preso alla lettera, perché sono abituati a prendere alla lettera argomentazioni simili. Questo è il vero fallimento del ragionamento di chi crede che i vaccini siano dei pericolosi veleni mortali.

Per dimostrare di essere in grado di parlare di argomenti scientifici (di base eh!) e continuare a trollare i complottisti Marco ha pure fatto un Live su Facebook.
marco arturo scie chimiche - 1
Nel frattempo Marco è passato a trollare altri sciroccati dell’Interwebs, ovvero gli sciachimicari.