Fact checking

I no-vax contro la mamma che ha preso il morbillo e ha rischiato di perdere il figlio

Ieri una mamma ha raccontato al Messaggero la storia di Silvia, una mamma di 39 anni che ha contratto il morbillo mentre era incinta. Silvia – che non era vaccinata perché quando era bambina l’anti-morbillo non era obbligatorio – ha dovuto effettuare un cesareo d’urgenza alla 32esima settimana e il neonato è stato ricoverato una decina di giorni in terapia intensiva neonatale. Per scongiurare il rischio di un contagio né la made né il padre hanno potuto visitare il bambino fino a dieci giorni dal parto.

Gli insulti alla mamma che ha preso il morbillo e ha accusato i no-vax

È molto probabile che se la copertura vaccinale fosse stata sufficientemente alta Silvia (che come complicanza del morbillo ha preso anche la polmonite) non si sarebbe ammalata. Fortunatamente tutto è avvenuto vicino al termine della gravidanza, quindi senza troppi rischi per il neonato. Ma avrebbe potuto succedere prima e quindi difficilmente il bambino avrebbe potuto nascere. Non ci sono molti dubbi su come mai ci sono così tanti casi di morbillo e Silvia ha chiaramente puntato il dito contro i no-vax. È grazie alle persone che scelgono di non vaccinare i propri figli contro questa malattia esantematica e che anzi cercano di farli contagiare per avere l’immunizzazione naturale ed evitare i vaccini obbligatori che il virus continua a circolare.
mamma incinta morbillo roma corvelva no vax - 1
È ovvio che questa mamma non sa chi l’ha contagiata, ma è altrettanto ovvio che se tutti vaccinassero i propri figli anche le persone che durante l’infanzia non sono state vaccinate (questo vuol dire anche i nonni dei bimbi no-vax) non rischierebbero di ammalarsi per niente. Tanto per far capire quanto era grave la situazione Silvia è stata ricoverata in rianimazione e suo figlio è rimasto 27 giorni in osservazione in ospedale.
mamma incinta morbillo roma corvelva no vax - 6 mamma incinta morbillo roma corvelva no vax - 10 mamma incinta morbillo roma corvelva no vax - 11
Questa mamma avrebbe dovuto vaccinarsi? Forse visti i tempi che corrono avrebbe fatto bene a farlo. Ma il fatto è che l’effetto gregge serve a garantire che anche le persone che non si sono immunizzate in passato (o che hanno fatto il vaccino tanti anni fa) possano evitare di ammalarsi.
mamma incinta morbillo roma corvelva no vax - 2mamma incinta morbillo roma corvelva no vax - 7
Ovviamente i no-vax in nome di una supposta superiorità della loro personale libera scelta sul bene collettivo della salute pubblica ritengono di avere il diritto di non dover far vaccinare i propri figli. Una scelta egoistica che, per paura di rischio quasi inesistente, ha messo a serio rischio la vita del figlio di qualcun altro.

Quelli che hanno scoperto il complotto ai danni del movimento no-vax

All’interno di uno dei gruppi “free-vax”, quello dell’associazione Corvelva, un amministratore ha postato ieri la notizia e il link al pezzo del Messaggero. Dal momento che si tratta di un articolo a pagamento (ovvero riservato agli abbonati del Messaggero online) nessuno degli utenti ha potuto leggere il testo completo ma solo l’anteprima. Quindi nessuno dei genitori no-vax che si è tanto arrabbiato contro questa mamma e che vediamo qui ritratti mentre sono intenti a indignarsi su Facebook sta parlando con cognizione di causa.
mamma incinta morbillo roma corvelva no vax - 4 mamma incinta morbillo roma corvelva no vax - 5
Non che sia un problema, del resto i no-vax non brillano per capacità di comprensione del testo e già hanno difficoltà a leggere un “bugiardino” e a capirne il significato.
mamma incinta morbillo roma corvelva no vax - 13
C’è la mamma che ci spiega che se Silvia avesse fatto “il suo onesto morbillo in età pediatrica” tutto sarebbe stato risolto. Mentre c’è chi paragona questa vicenda a quella di Alice Pignatti, mamma che ha creato il portale Io Vaccino e che è accusata di essere sul libro paga di Renzi (o della Lorenzin, dipende dai giorni della settimana).
mamma incinta morbillo roma corvelva no vax - 12
Un’altra amministratrice del gruppo, che ovviamente non ha letto l’articolo del Messaggero, si interroga sarcasticamente sulla mancanza di vaccinazione della mamma. Sarà mica che anche questa Silvia è no-vax? Una no-vax pentita?
mamma incinta morbillo roma corvelva no vax - 9b
Altre mamme invece non rinunciano a sollevare il sospetto che questa mamma sia stata pagata per la “comparsata”.
mamma incinta morbillo roma corvelva no vax - 9b
I no-vax infatti vivono in un mondo terribile: non solo Big Pharma trama alle loro spalle, non solo l’Ordine dei medici vuole silenziare le “voci critiche” contro i vaccini (spesso luminari dell’omeopatia) ma addirittura paga dei genitori per inventarsi delle storie dell’orrore e convincere tutti a vaccinarsi. Ma una mamma free-vax è una mamma informata e non si fa fregare: il racconto della mamma che accusa i no-vax è “al limite della denuncia per diffamazione”. Bisogna fare i nomi e i cognomi di chi ha contagiato questa mamma, altrimenti è tutta una montatura!!1