Opinioni

Luca Cavazza: da giù le mani dai bambini di Bibbiano alle accuse per i festini con le minorenni

Luca Cavazza è stato candidato con la Lega alle regionali in Emilia Romagna. Ora si trova ai domiciliari nell’ambito  dell’indagine svolta dal nucleo operativo dei carabinieri della compagnia Bologna Centro che ha eseguito sette misure cautelari di vario tipo nei confronti di altrettante persone accusate a vario titolo di induzione alla prostituzione e reati in materia di stupefacenti. Nella villa dell’imprenditore Davide Bacci, che invece si trova in custodia in carcere,  secondo la ricostruzione dell’accusa si sarebbero tenuti dei festini a base di sesso e cocaina in cui sarebbero coinvolte diverse ragazze ma soprattutto due minorenni di almeno 16 anni. L’indagine è partita dalla denuncia di una madre che aveva visto dei video nel cellulare della figlia. Ora Cavazza era già noto per aver visitato la tomba di Mussolini:

luca cavazza arrestato festini minorenni cocaina mussolini

All’epoca l’ex candidato della Lega si era giustificato così: “Non ti nego che per me Mussolini ha fatto delle cose buone, nel Ventennio. Ma quella era solo una visita in un luogo storico, ne ho approfittato in una giornata di cattivo tempo al mare. Mi piacerebbe pure andare a visitare i campi di concentramento, ad esempio. Così come c’è chi invece inneggia a Che Guevara e se lo tatua pure…». Ma non è l’unica occasione che con il senno di poi vale la pena di ricordare. Ad esempio qualche mese fa, in chiusura di campagna elettorale scriveva su Facebook “Giù le mani dai bambini” corredando le foto di un comizio di Lucia Borgonzoni:

luca cavazza arrestato festini minorenni cocaina giù le mani dai bambini

 

Stona un po’ vero?

Leggi anche: L’ex candidato leghista indagato per i festini con minorenni e cocaina