Politica

Lo spettacolare litigio tra Salvini e Alfano da Vespa a Porta a Porta

salvini alfano porta a porta vespa

«Il tizio lì che agita le mani e fa il ministro dell’Interno…»: questa e altre perle sono uscite durante Porta a Porta di ieri, quando erano ospiti Matteo Salvini e Angelino Alfano. Una rissa dall’inizio alla fine della trasmissione, soprattutto grazie al leader della Lega: «i terroristi guardano in tv il ministro Alfano e ridono», ha detto Salvini, rinverdendo nell’aneddottistica tante bufale come quella della scuola di Firenze che annulla la visita alla mostra per i crocifissi. «Sei complice. Ti ho ascoltato per un’ora e non hai detto niente. Tu fai il ministro dell’Interno, dovresti proteggere i miei figli».

Lo scontro tra Salvini e Alfano per gli… di next-quotidiano
Le autorità francesi tendono a credere alla effettività della rivendicazione” dell’attentato di Parigi. “Il punto chiaro è nella strategia dell’Isis: loro ritengono di fare una chiamata in Siria e negli Stati intorno per affermare un nuovo Stato che non ha precedenti nella storia in termini di insidia. Non ci sono mai state organizzazioni terroristiche che si siano volute chiamare Stato”, dice Alfano. E poi ricorda ironicamente a Salvini: “Guardi che l’attentato è successo a Parigi, volevo informarla di questo. Non è successo in Italia”. La risposta di Salvini: “Ma è normale?”.

Leggi sull’argomento: La strage mancata dello Stade de France