Politica

La Lega corre da sola in Abruzzo

giuseppe bellachioma lega abruzzo

“La decisione è presa. In Abruzzo la Lega correrà da sola. Chi ci ama ci segua e andiamo a vincere”. Lo ha scritto sul suo profilo Facebook il deputato Giuseppe Bellachioma, coordinatore della Lega in Abruzzo, in vista delle elezioni per il nuovo presidente della Regione che dovrebbero tenersi entro il prossimo inverno. Solo ieri il consigliere regionale di Fi Lorenzo Sospiri, a margine di una conferenza stampa per fare un bilancio dell’attività del centrodestra in Abruzzo, auspicava un centrodestra unito.

La Lega corre da sola in Abruzzo

Proprio ieri il consigliere regionale di Forza Italia Lorenzo Sospiri aveva auspicato che il centrodestra corresse unito in Abruzzo nella coalizione con Fratelli d’Italia, mentre nei giorni scorsi c’era anche stata una polemica forte della Lega, proprio con il parlamentare e coordinatore regionale della Lega Bellachioma, assieme al parlamentare Luigi D’Eramo, seguite alle nomine nell’Agir.

giuseppe bellachioma lega abruzzo 1

Bellachioma il 4 agosto scorso aveva spiegato in cosa consistesse in contrasto con Forza Italia: “Per quattro anni la Lega in Abruzzo, consapevole dei propri mezzi, ha sempre comunque appoggiato, in ogni situazione, in ogni condizione, anche a Teramo, il centrodestra. Se però poi il centrodestra, intendendo per centrodestra Forza Italia, applica la politica dei due forni, cioè in Abruzzo cercando una sponda e una colazione con la Lega, ma poi al Governo dalla mattina alla sera ci contrasta, e fa ostruzionismo e al tempo stesso cerca di fare resistenza, forse per loro anche legittimamente, credo che stiano sbagliando perché oggi in Parlamento rappresentano qualcosa. Il consiglio che posso dare perciò è che se continuano su questa strada, potrebbero anche diventare il nulla”. Il 4 agosto ancora infuriava la polemica su Marcello Foa: è probabile che il no di Forza Italia alla presidenza della RAI abbia smosso qualcosa.

Leggi sull’argomento: La rissa tra Bonini e Travaglio sui troll di Mattarella