Attualità

Effetto Shining: la strana spiegazione per le donne lampadario alla festa di Diletta Leotta

neXt quotidiano|

Diletta Leotta

Cercavano di ottenere “l’effetto shining” e ci sono riuscita, ma non come lo intendevano gli organizzatori. A oltre 24 ore dalla festa di compleanno di Diletta Leotta, ancora non si spengono le polemiche per quelle “donne lampadario” comparse a bordo piscina mentre la conduttrice di Dazn spegneva le sue 30 candeline. Le ragazze, con sulla testa un paralume per simulare un abat-jour, facevano parte di una coreografia per seguire il tema dell’evento: “White and Shine”. Ma l’effetto “luccicanza” prodotto è stato molto più simile a quello del romanzo di Stephen King (tradotto in film da Stanley Kubrik) che al brillante splendore sperato.

Diletta Leotta e le “donne lampadario” alla sua festa per “l’effetto shining”

A spiegare i motivi di quella coreografia è stato Luca Melilli, titolare dell’agenzia a cui era stata affidata l’organizzazione della festa di compleanno di Diletta Leotta, a Il Corriere della Sera:

“Parola d’ordine era stupire. Facendo leva sull’effetto shining, abbiamo deciso di catapultare gli ospiti in una dimensione vagamente onirica e con effetti decisamente sparkling. L’esibizione delle “donne abat-jour” era inserita all’interno di un disegno coreografico che ha animato tutti gli spazi della villa, dove erano presenti, acrobati e ballerine, per una serata dall’atmosfera felliniana”.

Shining e Sparkiling. Questi i due concetti alla base della coreografia dell’evento che ha accompagnato la conduttrice di Dazn nello spegnimento delle sue prime 30 candeline. E, come spiega Mirko Manola – fratello di Diletta Leotta – nulla di tutto ciò era stato espressamente richiesto da sua sorella: “Non è stata nemmeno lei a decidere le coreografie, si è affidata all’agenzia, ma nessuno ci ha trovato niente di male. White and Shine era il dress code della festa, vedere delle ballerine con un copricapo da paralume non ha colpito nessuno”. Insomma, gli invitati alla festa non si erano neanche accorti della coreografia e delle donne lampadario. Ma l’effetto Shining (in tutti i sensi) è stato percepito sui social.