Opinioni

La visita di Luigi Di Maio al Quirinale (su sua richiesta)

Il leader del M5s Luigi Di Maio, su sua richiesta, è salito stamane al Quirinale per incontrare il Segretario generale Ugo Zampetti. Durante l’incontro Di Maio ha preannunciato l’invio di una lista di possibili ministri da sottoporre al presidente della Repubblica in caso di vittoria elettorale del Movimento 5 stelle. Ieri dal Movimento era trapelato che la lista dei possibili ministri di un governo che dovesse nascere in caso di vittoria era praticamente pronta e che l’elenco era stato stilato tenendo conto di un futuro giudizio del Capo dello Stato, come prevede l’articolo 92 della Costituzione. L’annuncio pubblico dei nomi agli elettori, era stato poi spiegato da fonti grilline, non sarà fatto in un’unica occasione ma sarà scaglionato nei prossimi giorni, a partire dalla prossima settimana.

movimento 5 stelle luigi di maio

Di Maio non ha incontrato il presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Il senatore della Lega Nord Paolo Arrigoni però si è arrabbiato lo stesso: “Le prerogative del Quirinale in una fase pre-elettorale sono assolutamente di terzietà. Ricevere il candidato premier di una forza politica, anche se da parte del Segretario Generale, non spostano la stessa terzietà del Colle. Se poi la visita è per ‘preannunciare’ una prossima lista di ministri da sottoporre a Mattarella, a maggior ragione tale visita era da respingere con tutte le cortesie che attengono al Cerimoniale”.