Politica

La Russa dice che se qualcuno si prende il Covid dopo la manifestazione quello è Salvini

Il parlamentare di Fratelli d’Italia sulla manifestazione del centrodestra: «Scherzo eh, ma se qualcuno può averlo preso è solo Salvini, non certo gli altri! Tra due giorni ce lo dirà (ride, ndr)»

Ignazio La Russa in un’intervista rilasciata oggi al Corriere della Sera critica la scelta del centrodestra di fare la sua manifestazione a via del Corso perché così era difficile rispettare le regole del distanziamento sociale. Poi fa un pronostico su chi potrebbe essersi ammalato:

«Beh, in una piazza sarebbe stato tutto più facile, il distanziamento si può fare, metti i segnaposto per le persone, eviti che tutti si ammassino. Come abbiamo fatto a Milano insomma, dove non c’è stato alcun problema. E poi si sa, noi siamo tre partiti diversi, diciamo che siamo coordinati meglio a Milano che qui a Roma».

Col senno di poi dunque…
«Nono, col senno di poi dico meno male che siamo stati così bravi da invitare la gente a non venire: è la prima volta che mi capita di organizzare una manifestazione dicendo ai militanti di astenersi dal presentarsi. E siamo stati bravi pure ad indossare tutti, al 99,99% le mascherine».

Quello che non lo ha fatto era Salvini?
«Ma non lo so, in ogni caso escludo che in questa manifestazione si possa essere contagiato qualcuno. È vero che si devono rispettare le regole, e lo abbiamo fatto, ma è anche vero che eravamo all’aperto, che quasi tutti erano protetti, che il virus — come dicono tanti scienziati — sta diminuendo di intensità. Non esageriamo. Scherzo eh, ma se qualcuno può averlo preso è solo Salvini, non certo gli altri! Tra due giorni ce lo dirà (ride, ndr)».

Leggi anche: Gli assembramenti alla manifestazione di Salvini e Meloni per il 2 giugno