Politica

La rispostaccia di Salvini alla domanda sul positivo all’evento elettorale di Terracina

“Il cluster di Terracina? Parliamo di Genova, per favore. Io rispondo di quello che so, poi lascio che i medici facciano il loro lavoro”. Quando una giornalista però gli ha chiesto se si sentisse, in parte, responsabile, Salvini ha replicato bruscamente

Matteo Salvini dopo la visita al Salone Nautico di Genova ha parlato con i giornalisti che gli hanno anche chiesto del positivo presente all’evento elettorale al ristorante Il Tordo di Terracina in cui c’era anche il leader della Lega, oltre ad altri esponenti del Carroccio: “Il cluster di Terracina? Parliamo di Genova, per favore. Io rispondo di quello che so, poi lascio che i medici facciano il loro lavoro”. Quando una giornalista però gli ha chiesto se si sentisse, in parte, responsabile, Salvini ha replicato bruscamente:”Sei seria? É incredibile. Quando si è ammalato Zingaretti, è andata a chiedergli se si sentiva responsabile? Sarebbe stata una domanda bizzarra: quando c’è di mezzo la salute, non si scherza”.

salvini terracina positivo ristorante il tordo 1

 

Ovviamente Salvini non è responsabile del contagio della persona che ora si trova ricoverata all’ospedale Santa Maria Goretti di Latina ma, come spiega Repubblica “Un centinaio di persone si è radunato prima fuori e poi dentro il ristorante “Il Tordo”. Tutti indossavano le mascherine, raccontano i presenti a quell’evento, poi però nel corso degli interventi spesso se le sono tolte, o le hanno abbassate. Molti altri, come testimoniano diverse immagini, le portavano sulla bocca ma non sul naso”. Anche mentre rispondeva alla giornalista Salvini aveva la mascherina abbasssata. E  la sua presenza a Genova è stata ritenuta poco prudente e opportuna dal capogruppo comunale ligure del Movimento 5 stelle, Luca Pirondini: “Matteo Salvini non demorde e anche oggi sarà alla Fiera di Genova: dopo la scellerata decisione di confermare la cena dei 1.500 dello scorso 23 febbraio proprio alla Fiera, cui appena mezz’ora dopo e’ seguita l’ordinanza della Regione di chiudere tutto, nonostante da Terracina arrivino notizie drammatiche, oggi non annuncia un passo indietro ed  è infatti atteso al Salone Nautico. Peccato che a Terracina, 14 giorni fa, il leader del Carroccio fosse presente per una manifestazione elettorale: nella località pontina è stato registrato un boom di contagi, per il quale si e’ iniziato a parlare apertamente di lockdown. Il temuto maxi cluster e’ stato individuato proprio nel ristorante che ha ospitato lui e il suo entourage”. Lo dice . “In merito- annuncia- abbiamo gia’ scritto al prefetto: è a rischio la salute pubblica. Salvini se ne torni subito a casa. Non venga fatto entrare al Salone Nautico e non venga a Genova”. La visita si è regolarmente svolta.

Leggi anche: Il positivo all’evento elettorale con Salvini a Terracina