Politica

La galassia del Family Day

Il Family Day torna a scendere in piazza sabato prossimo a Roma. Repubblica pubblica questa tabella illustrativa che riassume le diverse anime cattoliche presenti alla manifestazione. Due grandi assenti nella tornata: la Chiesa, che non sarà presente ufficialmente alla manifestazione; e Comunione & Liberazione.

Se dunque qualcuno vorrà portare una croce, o un sacro arazzo, lo farà a titolo personale, come simbolo intimo del proprio cammino. Un“family day” apartitico e aconfessionale dicono gli organizzatori, il cui slogan sarà: “Difendiamo i nostri figli”. Dopo anni di silenzio, sabato prossimo a piazza San Giovanni sfilerà l’intero mondo pro-life italiano,adesso nuovamente aggregato da un battaglia tutta politica. Un pulviscolo di movimenti, daineocatecumenali al neonato gruppo teocon dei“parlamentari della famiglia” da “Manif pour tous” alle “Sentinelle”, dagli Evangelici al “Movimento per la vita”, sigle diverse ma unite nel voler affossare, senza rimpianti, il disegno di legge sulle unioni gay in discussione al Senato. «Saremo trecentomila», dice con ottimismo spericolato Massimo Gandolfini, neurochirurgo di fama e portavoce del comitato “Difendiamo i nostri figli”, sperando di emulare seppure in difetto la piazza del 2007, quando veramente il “family day” riuscì a fermare i “Dico”, ossia il primo abbozzo di unioni civili allora firmato da Rosy Bindi.

galassia family day
La galassia del Family Day (Repubblica, 18 giugno 2015)